rotate-mobile
Cronaca

Non rientra a casa dalla passeggiata: ritrovato senza vita nei boschi di Primaluna

A lanciare l'allarme i famigliari

Il corpo di un uomo senza vita è stato ritrovato dopo alcune ore di ricerche a Primaluna, nei boschi lecchesi dopo che le ricerche erano state avviate qualche ora prima. L'uomo di 77 anni, infatti, non era rientrato a casa dopo essere uscito ieri 20 novembre per una passeggiata e i famigliari hanno lanciato l'allarme. Le squadre hanno battuto le aree montuose della Valsassina vicino a Primaluna: impegnati 26 tecnici del soccorso alpino e i vigili del fuoco.

Hanno partecipato alle operazioni anche cinque motociclisti del Motoclub Valsassina, come previsto dall’apposita convenzione stipulata con il Cnsas Lombardo. Dopo la constatazione del decesso da parte del medico del soccorso alpino e il via libera delle autorità competenti, il corpo dell’uomo è stato recuperato e trasportato a valle. Il parroco di Primaluna ha messo a disposizione la chiesa per ospitare la salma. Le ricerche sono partite da via dei Caduti, zona del paese che si trova al confine con l'area boschiva. Non è ancora stato stabilito se il decesso sia dovuto a una caduta accidentale nel bosco o a un malore. Bruno Redaelli, questo il suo nome, era sposato e aveva due figli di cui uno è il vice sindaco di Primaluna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non rientra a casa dalla passeggiata: ritrovato senza vita nei boschi di Primaluna

QuiComo è in caricamento