Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

220 chili di petardi e fuochi d'artificio sequestrati a Montano Lucino in un capannone

Erano depositati insieme materiali altamente infiammabili: denunciato il titolare cinese

Sequestrati materiali esplosivi a Montano Lucino

Nell'ambito dei controlli straordinari disposti dal Ministero dell'Interno per contrastare il commercio illecito di fuochi d'artifiicio e manufatti pirotecnici in vista dei festeggiamenti legati al Capodanno, oggi la Polizia di Stato ha proceduto al sequestro di circa  220  chilogrammi di materiale esplodente (fontane, petardi, mini-ciccioli, candele, etc.).
Questa mattina, 30 dicembre 2020,  in particolare, il personale della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Como, nel corso di un controllo di un esercizio commerciale di Montano Lucino (CO), ha riscontrato che questi giochi pirotecnici, anche se di libera vendita, erano pericolosamente depositati all'interno di un capannone che lo stesso esercizio utilizzava anche come magazzino per altri prodotti altamente infiammabili (carta, articoli natalizi - tra cui ghirlande e alberi di Natale - oggetti in plastica, detergenti/disinfettanti per pavimenti).
Il titolare dell'attività, un cittadino di nazionalità cinese, è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria per fabbricazione e commercio abusivo di materiale esplodente. Gli agenti della Polizia di Stato, poi, con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, hanno accertato alcune violazioni delle misure necessarie per la prevenzione degli incendi e sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Ricordiamo inoltre che il comune di Como ha vietato l'utilizzo di fuochi d'artificio come da comunicazione di oggi, 30 dicembre 2020
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

220 chili di petardi e fuochi d'artificio sequestrati a Montano Lucino in un capannone

QuiComo è in caricamento