Giallo su Mattia Mingarelli, il comasco scomparso in Valmalenco: indagini dei Ris

Si infittisce il mistero sulla scomparsa: sentito dai carabinieri il titolare del rifugio vicino casa del giovane. Lui ha consegnato il telefonino di Mattia

Mattia Mingarelli (foto Facebook)

Ancora nessuna traccia di Mattia Mingarelli, il trentenne comasco scomparso in Valmalenco da venerdì 7 dicembre 2018.
Le ricerche proseguono con soccorritori e forze dell'ordine impegnate a cercare il giovane, con indagini a 360 gradi. Al momento non si esclude alcuna ipotesi.

Mingarelli, agente di commercio a Nuova Olonio di Dubino, nella sede della Trussoni Beverage, amante della Valmalenco, ha vissuto a lungo ad Albavilla. Venerdì Mingarelli una volta giunto nel primo pomeriggio in Valmalenco non sarebbe nemmeno salito in casa e si sarebbe allontanato per una passeggiata nei boschi lasciando solo il cane e non portando il cellulare. 

Le indagini dei Ris

Come scrive Sondrio Today, lunedì 10 dicembre a Chiesa Valmalenco, dove Mingarelli aveva la casa, sono arrivati anche i carabinieri del Ris di Parma. Le indagini si sono concentrate nel rifugio Barchi, distante una cinquantina di metri dalla casa: l'ultimo a vedere Mattia è stato proprio il gestore del rifugio che è stato sentito dai carabinieri che in queste ore stanno ascoltando diverse persone per ricostruire gli spostamenti del ragazzo prima della scomparsa.
Proprio il gestore, secondo quanto riportato, ha consegnato lunedì ai carabinieri il telefono cellulare di Mingarelli, che da due giorni risultava spento. L'uomo avrebbe raccontato ai militari di averlo trovato.

Sempre attiva, intanto, la task force che dal giorno della scomparsa vede impegnati vigili del fuoco, unità cinofile, soccorso alpino, militari del Sagf della Finanza e volontari della Protezione Civile per setacciare un'area boschiva molto ampia a 1.700 metri di quota.

L'appello della famiglia sui social

Intanto sui social continua il tam tam degli amici e dei familiari di Mattia: lunedì l'appello della sorella Elisa su facebook che invita chiunque avesse notizie del giovane a mettersi in contatto con la famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Evasione e frode fiscale nei rally: tre società nei guai per 12 milioni di euro di false fatture

  • Droga: scoperta fitta rete di spaccio fra i giovanissimi della Como bene

Torna su
QuiComo è in caricamento