Cronaca

Valanga in Valtellina: morto Matteo Bernasconi, 38enne di Como

Trovato esanime durante la notte. Il corpo recuperato in queste ore

Matteo Bernasconi, l'alpinista di origine comasca morto in Valtelina

È stato trovato intorno alle 2 di questa notte, 13 maggio, il corpo esanime di Matteo Bernasconi, 38enne originario di Como e appassionato di alpinismo. Soprannominato il Berna, dal 2003 il giovane faceva parte dei Ragni della Grignetta e nel 2011 era diventato guida alpina, trasformando così la sua passione in una professione.

Le autorità stanno indagando per capire i contorni esatti della vicenda. L'incidente è avvenuto nel Canale della Malgina, sul Pizzo del Diavolo, in Valtellina. Da una prima ricostruzione, pare che Matteo fosse solo e che sia stato travolto da una valanga nel tardo pomeriggio di ieri.
Quando il ragazzo non è rientrato la sera, sono partite le ricerche che si sono concluse nel più tragico dei modi questa notte alle 2, grazie al ritrovamento della sua auto all’imbocco della valle, che ha permesso di concentrare lì le ricerche.

Il corpo è stato recuperato questa mattina da un elicottero partito dalla base AREU in provincia di Sondrio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga in Valtellina: morto Matteo Bernasconi, 38enne di Como

QuiComo è in caricamento