Maroni e Salvini a Cantù. "Ruspa per Renzi, Lucini e Bizzozero". Outing del sindaco per Grillo

Cantù è il vero capoluogo politico del Lario in questo primo scorcio di settembre. Domani prende il via la Festa della Lega (4-5-6 settembre) al Campo Solare della città. E l'esordio, proprio domani sera, sarà subito con i big del partito: il...

Maroni e Salvini a Cantù. "Ruspa per Renzi, Lucini e Bizzozero". Outing del sindaco per Grillo

Cantù è il vero capoluogo politico del Lario in questo primo scorcio di settembre. Domani prende il via la Festa della Lega (4-5-6 settembre) al Campo Solare della città. E l'esordio, proprio domani sera, sarà subito con i big del partito: il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, e il segretario Matteo Salvini. Ad accoglierli, ovviamente, il deputato del Carroccio Nicola Molteni e tutto lo stato maggiore leghista lariano a partire dal consigliere regionale Dario Bianchi e dalla collega al Pirellone Daniela Maroni (Lista Maroni).

"E' pronta la ruspa per Renzi ma anche per il sindaco di Cantù e quello di Como- dice con una battuta (ma nemmeno troppo) Molteni - Sul territorio, ripartiamo per voltare pagina dopo i disastri di Lucini e Bizzozero. E sicuramente saranno affrontati i temi caldissimi dell'immigrazione senza freni che ha portato mille clandestini a Como e persino a valutare l'ipotesi di una tendopoli. Il messaggio per il governo è sempre lo stesso: con la Lega zero accoglienza, zero clandestini, la casa a comaschi e canturini e niente moschee come ha dimostrato Maroni con la legge che ha stoppato il nuovo luogo di culto islamico a Cantù". claudio-bizzozero-ago15Ma mentre l'atmosfera nella Città del Mobile è già caldissima da giorni, tra il raduno dei movimenti di estrema destra previsto sempre al Campo Solare tra l'11 e il 13 settembre prossimi, e una vasta galassia di sigle che contesta apertamente l'evento (l'Anpi ha scritto al Presidente della Repubblica per fermarlo e una contromanifestazione "Cantù Pride" già organizzata per il 13 a Villa Calvi), una mossa politica va registrata anche da parte del primo cittadino canturino. Bizzozero, infatti, due giorni fa ha fatto un vero e proprio "endorsement" pubblico per il Movimento 5 Stelle tramite la sua pagina Facebook. Nello specifico, il sindaco era partito dalla condivisione totale del discorso tenuto dal portavoce del M5S alla Camera, Mattia Fantinati, al Meeting di Cielle tenuto a Rimini lo scorso agosto, nel quale l'organizzazione stessa era stata definita "la più potente lobby italiana", con ampie critiche a corredo. Ma, oltre all'apprezzamento sull'intervento di Fantinati, Bizzozero - pur rimarcando di "non essere mai stato tenero nei confronti del Movimento Cinque Stelle, del quale vedo limiti e difetti" - aveva anche messo nero su bianco queste parole: "A mio avviso, per qualsiasi cittadino onesto e cosciente che davvero voglia cambiare il vergognoso sistema politico italiano, esiste dunque oggi una sola alternativa: non votare (che resta comunque un'ipotesi secondo me del tutto coerente) oppure votare per il M5S". E ancora: "Alla luce di questo intervento (quello relativo a Cielle, ndr), devo proprio riconoscere che, dal mio punto di vista, il piatto della bilancia, nell'alternativa fra non voto e voto per il M5S, pende oggi decisamente a favore dei 5 Stelle".

Insomma, tra Lega, estrema destra, galassia di sinistra e grillini, Cantù riaccende i motori della politica in riva al Lario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento