Maniaco a Lora: donna molestata mentre va a messa

Si è abbassato i pantaloni. Non sarebbe l'unico episodio segnalato nel quartiere

La stradina di Lora teatro delle molestie

E' allarme a Lora, frazione di Como, per la presenza di un maniaco che molesterebbe donne e ragazzi vicino alla Chiesa.

La voce sta girando sui social, gruppi di facebook e di whatsapp del quartiere. 
L'ultimo episodio risale a sabato 11 novembre 2017: intorno alle 17.40 una signora stava percorrendo il passaggio pedonale che costeggia il campo sportivo e conduce alla chiesa parrocchiale. Si tratta di una scorciatoia molto stretta, percorribile solo a piedi, molto utilizzata dai residenti del quartiere, che collega il piazzale della Chiesa con i condomini di via Don Gnocchi.

Una volta imboccata la strada, molto buia a quell'ora, la donna ha visto in lontananza un uomo che armeggiava con i pantaloni, toccandosi in maniera sospetta la parti intime. A un certo punto si sarebbe anche abbassato i pantaloni.  
La donna, terrorizzata, è scappata urlando, tornando sui propri passi. Dopo pochi minuti è ripassata dalla strada insieme a un conoscente, ma del presunto maniaco nessuna traccia.
Difficile fare un identikit dell'uomo, visto il buio e lo stato di agitazione della signora. Dalle descrizioni emergerebbero pochi, scarni particolari: avrebbe i capelli chiari bianchi e un giubbotto chiaro.

Non sarebbe il primo caso nella zona: altri episodi sarebbero stati riferiti da alcuni ragazzi. 

Nei giorni scorsi ha fatto notizia un altro caso che ha per protagonista un comasco: un maniaco che molestava le ragazze sugli autobus milanesi. Qui il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

lora stradina maniaco-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento