rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Soccorso per un malore improvviso, ma il defibrillatore del Comune di Como non funziona

L'uomo di 66 anni è giunto morto all'ospedale Valduce

Momenti drammatici quelli vissuti in via Dante a Como nella tarda mattinata del 12 dicembre 2022. Un uomo di 66 anni è stato colto da un improvviso malore e si è accasciato al suolo. Alcuni passanti lo hanno soccorso ma è stato un medico dell'ospedale Valduce di Como a capire la gravità della situazione e a tentare di salvargli la vita. Nell'attesa dell'arrivo dell'ambulanza il medico gli ha praticato dapprima la manovra di rianimazione con massaggio cardiaco manuale, poi ha provato con il defibrillatore semiautomatico portatile preso dall'ingresso del Muncipio del Comune di Como, in via Bertinelli. Purtroppo quando ha provato ad attivarlo ha fatto una drammatica scoperta: l'apparecchio non funzionava. Dopo alcuni minuti è giunta sul posto un'ambulanza della Croce Azzurra di Como. I paramedici hanno riprovato a rianimare l'uomo, questa volta con il defibrillatore in dotazione al mezzo di soccorso. Quando è stato trasportato all'ospedale Valduce d'urgenza l'uomo il suo cuore dava ancora debolissimi segni di attività, ma le condizioni del 66enne erano a dir poco gravi. L'uomo è giunto all'ospedale morto.

Non ci sono prove che il fatale epilogo potesse essere evitato con il funzionamento del defibrillatore, ma certo il malfunzionamento dell'apparecchio solleva alcuni quesiti ai quali qualcuno dovrà dare risposta. A chi spetta il compito del controllo e della manutenzione dei defibrillatori semiautomatici posizionati nei luoghi pubblici? Perché l'apparecchio collocato fuori dal Comune di Como non funzionava? Colpa di un guasto o di una mancata manutenzione? Cosa fare per evitare che succeda ancora?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorso per un malore improvviso, ma il defibrillatore del Comune di Como non funziona

QuiComo è in caricamento