menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
butti-alessio-6feb16

butti-alessio-6feb16

"Ma cosa dice?". Su Lucini, Ticosa e paratie Butti e Gaddi infrangono il tabù Guzzetti

L'iperbole pubblicamente utilizzata ieri dal presidente della Fondazione Cariplo, l'avvocato comasco Giuseppe Guzzetti, che ha accostato il sindaco di Como Mario Lucini un "a San Sebastiano" ritenendolo privo di responsabilità per il doppio...

Dalla Ticosa è partito Alessio Butti: "Leggo sulla stampa locale che Giuseppe Guzzetti, 82 anni, già consigliere regionale, presidente di Regione Lombardia, senatore della Repubblica e ora presidente della Fondazione Cariplo, manifesta solidarietà con il sindaco di Como anche sulla "questione Ticosa" perché "problema creato da altri". Si, è vero, il problema Ticosa venne creato dal comune di Como che, nel 1982 e con voto contrario della destra a Palazzo Cernezzi, si improvvisò agente immobiliare comprando tutta l'area senza un'idea, senza un progetto e con tanti soldi dei comaschi. Una pazzia che tutti dimenticano. Nel 1982 Guzzetti era presidente della Regione Lombardia, cosa non di poco conto, e non fece molto per risolvere quello che, da lì a poco, sarebbe diventato il problema. Altro che "creato da altri". Ma non lo dirà nessuno perché Guzzetti è uomo di potere. Potere inossidabile economico prima ancora che politico, da 40 anni". Oltre all'ex senatore, invece, qualcun altro "l'ha detto": Gaddi, che pure ha affondato i colpi sui due temi restanti, cioè paratie e Villa Olmo.

sergio-gaddi-12nov15"Il presidente della Fondazione Cariplo sulle paratie probabilmente non sa di cosa parla - ha affermato il capogruppo di Forza Italia - E la cosa mi pare decisamente grave per il presidente di un ente così importante. Guzzetti, infatti, evidentemente si dimentica o non è informato che il geologo Mario Lucini è stato eletto sindaco dopo aver dispensato per anni la promessa che con lui il cantiere del lungolago si sarebbe chiuso in brevissimo tempo. Mi pare dunque comodo e forse persino un po' volgare definirlo come vittima o martire, visto peraltro che per anni da capogruppo del Pd ha fatto lezioni tecniche a chiunque dicendo che avrebbe risolto la questione. A oggi tutto ciò che ha prodotto è un cantiere fermo dal 4 anni, una delibera dell'Anticorruzione che stronca la sua variante e gli incarichi esterni assegnati dalla sua amministrazione e un'inchiesta della Procura. Strano che tutte queste cose siano sfuggite al presidente della Cariplo, nonostante sia al centro del potere politico, prima nella Dc e oggi forse nel Pd, da tanto tempo. Forse persino troppo".

villa-olmo-5feb16-9Ultima bordata polemica, sui 5 milioni assegnati dalla Fondazione alla riqualificazione di Villa Olmo e alla creazione dell'orto botanico: "Finora la Fondazione aveva solo buttato 100mila euro all'anno nelle mostre deserte di questa giunta, ora invece ha deciso di investire 5 milioni in un orto fiorito al posto che nella creazione di un polo espositivo di livello mondiale. Mi pare una visione della città preistorica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento