Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lungolago, subito una petizione contro il progetto Zambrotta

Polemiche sul "lungolago Zambrotta". Questa mattina è stata predisposta una petizione per raccogliere le firme contro il progetto presentato dal giocatore del Milan e approvato dal Comune di Como per la riapertura estiva della passegiata a lago. A...

Polemiche sul "lungolago Zambrotta". Questa mattina è stata predisposta una petizione per raccogliere le firme contro il progetto presentato dal giocatore del Milan e approvato dal Comune di Como per la riapertura estiva della passegiata a lago. A firmare il documento, in cui si chiede di rivedere il progetto di Gianluca Zambrotta, sono stati dieci esercenti e giostrai dei giardini a lago. Secondo la loro opinione il parco giochi che Zambrotta vorrebbe realizzare sulla passeggiata rovinerebbe i loro affari: "Già questi giardini sono male curati - ha commentato Cristian Rosa, uno dei firmatari della petizione - e i giochi non hanno l'adeguata manutenzione da parte del Comune. Se poi verranno fatti nuovi giochi per bambini sul lungolago è ovvio che le famiglie preferiranno stare lì e non verranno più qui ai giardini. Allora noi abbiamo pensato di chiedere un incontro con il Comune e Zambrotta per vedere se è possibile sistemare questi giardini e questi giochi per bambini, senza crearne di nuovi".

La petizione è stata consegnata al consigliere comunale dei Popolari Italia Domani (Pid) Luigi Bottone, che ha detto che si farà carico di intercedere presso l'amministrazione comunale e il sindaco Bruni affinché venga presa in considerazione la proposta dei giostrai e degli esercenti dei giardini a lago e le problematiche che denunciano.

Si parla di

Video popolari

Lungolago, subito una petizione contro il progetto Zambrotta

QuiComo è in caricamento