menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucini-Lombardo alla meta: stretta di mano sotto il cielo di via San Bernardino

Lucini-Lombardo alla meta: stretta di mano sotto il cielo di via San Bernardino

Lucini-Lombardo alla meta: stretta di mano sotto il cielo di via San Bernardino

"L'avevamo promesso, ci abbiamo lavorato, abbiamo rispettato la parola". E davvero, in questo caso, è difficile aggiungere molto alle parole pronunciate poco fa dal presidente di Pedemontana, Maurizio Salvatore Lombardo, e dal sindaco di Como...

"L'avevamo promesso, ci abbiamo lavorato, abbiamo rispettato la parola". E davvero, in questo caso, è difficile aggiungere molto alle parole pronunciate poco fa dal presidente di Pedemontana, Maurizio Salvatore Lombardo, e dal sindaco di Como, Mario Lucini. I quali si sono rapidamente incontrati proprio sul lembo di nuova tangenziale che affaccia sul muro (ora dimezzato) davanti alle case comunali di via San Bernardino, esattamente dalla parte opposta della barricata. E in pochi minuti hanno comprensibilmente sottolineato come l'impegno assunto a dicembre con i residenti che chiedevano di abbassare la barriera grigia lasciando spazio a nuovi pannelli fonoassorbenti trasparenti, sia stato mantenuto alla lettera.

"Da subito abbiamo recepito le richieste degli abitanti delle case di via San Bernardino e fatto nostra la sensibilità del sindaco e degli amministratori sulla questione delle barriere - ha detto Lombardo - Da domani, dunque, procediamo con la sostituzione di parte dei pannelli, in modo da liberare la vista delle abitazioni ma, nel contempo, garantire la sicurezza e la copertura dei fari delle vetture mantenendo la parte bassa originaria della struttura. Sono comunque molto contento che si sia potuta dare una risposta in tempi ragionevoli ai residenti". Stessa soddisfazione è stata espressa dal primo cittadino. "Ringrazio il presidente di Pedemontana per l'attenzione che ha concretamente dimostrato nei fatti e con tempi davvero celeri nonostante i necessari passaggi burocratici - ha sottolineato Lucini - In questo modo si è preservata la funzione di sicurezza della barriera ma si è migliorata la condizione per chi vive nelle case vicine al nuovo tracciato. La collaborazione ha funzionato bene, abbiamo colto assieme un risultato molto positivo". Ora, però, andranno sicuramente potati gli alberi cresciuti a mo di foresta esattamente davanti alle stesse finestre prima "murate" e ora tappezzate dal verde. Ma il problema, ha garantito Lucini, sarà rapidamente risolto.

Sarà così anche per l'intricata questione dei pedaggi per la stessa tangenzile? Lucini si è limitato a dire che, "ci stiamo provando, non sarà semplice e dovremo trattare anche con Autostrade, ma l'obiettivo di mantenere la gratuità del tratto rimane".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento