Cronaca

Lorenzo Cenzato ucciso a Sovico: l'assassino confessa

Sovico (MB)- L'omicida di Lorenzo Cenzato ha confessato. Ha solo 17 anni il ragazzo dell'Ecuador che ieri al termine di una partita a carte ha ucciso il 18enne di Sovico con un coccio di bottiglia conficcato alla gola, recidendo la carotide di...

Sovico (MB)- L'omicida di Lorenzo Cenzato ha confessato. Ha solo 17 anni il ragazzo dell'Ecuador che ieri al termine di una partita a carte ha ucciso il 18enne di Sovico con un coccio di bottiglia conficcato alla gola, recidendo la carotide di Lorenzo. Il giovane sudamericano è stato individuato e fermato dai carabinieri di Biassono mentre si aggirava nei pressi di casa sua a Vedano al Lambro (vicino a Sovico) dove vive con la madre e il patrigno. E' risultato positivo all'alcol test.

L. V. (queste le iniziali del giovanissimo assassino) è stato trasferito al carcere minorile Beccaria di Milano. Ha raccontato di avere reagito a uno spintone. La rissa sarebbe scaturita dopo una partita a carte che si era svolta all'ex serra del Parco di via Tagliabue. Sarebbe partita una sassata, qualche spintone, poi l'ecuadoregno avrebbe raccolto una bottiglia e dopo averla spaccata avrebbe ferito alla gola Cenzato Lorenzo che è morto dopo solo 5 minuti. Inutile il soccorso portato dall'elisoccorso dell'ospedale Sant'Anna di Como.

Un amico di Lorenzo avrebbe provato a intervenire per difendere l'amico, ma sarebbe stato anche lui ferito, seppur non gravemente. Ora il paese di Sovico è sotto choc e tra gli amici di Lorenzo Cenzato regnano il cordoglio, il dolore e la rabbia: "Se ci date l'assassino ci pensiamo noi a lui".

Il giovane ecuadoregno non era affatto conosciuto a Sovico. Tutti raccontano di non avere mai visto prima il suo volto in paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lorenzo Cenzato ucciso a Sovico: l'assassino confessa

QuiComo è in caricamento