Lomazzo, non esce dalla camera d'albergo: ragazza di 20 anni trovata in fin di vita

Tenta il suicidio e lascia un biglietto per chiedere scusa all'hotel

Un biglietto alla famiglia e uno per chiedere scusa al personale dell’hotel che avrebbe dovuto trovarla senza vita. Invece, quando i dipendenti dell’albergo aprono la stanza per vedere come mai l’ospite non si sia presentata al check-out e non risponda alle chiamate, la trovano in condizioni critiche, ma ancora viva. È successo questa mattina, primo dicembre, intorno alle 11.30, in via Cavour a Lomazzo.

Il personale allerta subito i soccorsi. Sul posto arrivano un’auto medica e un’ambulanza della Croce Rossa di Lomazzo che trasporta subito la 20enne in condizioni molto gravi all’Ospedale Sant’Anna di Como.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto in hotel arrivano anche  i carabinieri della Compagnia di Cantù, che proprio da quei due biglietti e da altre tracce evidenti nella stanza stabiliscono subito la matrice dell’atto, escludendo che qualcun altro possa aver fatto del male alla giovane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

Torna su
QuiComo è in caricamento