Cronaca Merone

Licenziato dà fuoco al furgone della ditta: ricoverato con ustioni sul 35% del corpo

Intervenuti i vigili del fuoco: l'uomo è stato poi denunciato

Prima ha spaccato il vetro del furgone che era parcheggiato nel cortile della ditta e poi ha preso una tanica di benzina e l'ha sparsa dentro e fuori. Poi ha appiccato il fuoco e l'incendio si è propagato all'istante, tanto che sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per domarlo. È successo lo scorso 5 luglio a Merone. L'autore del gesto è un 32enne di Giussano che non aveva preso molto bene il fatto di essere stato licenziato dalla ditta di Merone. I carabinieri di Lurago d'Erba sono arrivati immediatamente sul posto e hanno ricostruito la dinamica del fatto: l'uomo, che aveva riportato delle ustioni, era andato proprio nella farmacia del comune. Nell’appiccare il fuoco il 32enne era stato investito dalle fiamme riportando ustioni di 1° e 2° grado sul 35% del corpo. È stato necessario trasportalo all’ospedale Sant’Anna dai soccorritori chiamati dai carabinieri dopo che lo hanno raggiunto. Ricevute le cure del caso è stato denunciato alla Procura di Como. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziato dà fuoco al furgone della ditta: ricoverato con ustioni sul 35% del corpo
QuiComo è in caricamento