Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

L'Asl lancia l'allarme topi e il decalogo per difendersi

Con la stagione calda, si sono evidenziate numerose segnalazioni sulla stampa riguardo la presenza di topi in aree urbane, conseguenza di condizioni igieniche non adeguate. A tal proposito l'Asl di Como ha diffuso un comunicato in cui raccomanda...

Con la stagione calda, si sono evidenziate numerose segnalazioni sulla stampa riguardo la presenza di topi in aree urbane, conseguenza di condizioni igieniche non adeguate. A tal proposito l'Asl di Como ha diffuso un comunicato in cui raccomanda anzitutto una corretta gestione dello smaltimento dei rifiuti da parte di tutti i cittadini, evitando di lasciare all'aperto prodotti degradabili - soprattutto residui di cucina- e rispettando gli orari indicati dalle Ammistrazioni comunali per il ritiro dei rifiuti. Queste ultime devono provvedere anche "ad un'opportuna e costante vigilanza sul rispetto delle disposizioni riguardo il deposito dei rifiuti e sul loro abbandono incontrollato, mettendo a disposizione modalità e strumenti igienicamente adeguati per il conferimento. Quando necessario, vanno attuate le misure di derattizzazione: dai Comuni, se su suolo pubblico, dagli Amministratori condominiali, se su aree private". L'Asl effettuerà sopralluoghi su specifiche situazioni segnalate, che costituiscono potenziale rischio per la salute pubblica e propone alle Amministrazioni comunali i necessari interventi. Le derattizzazioni sono effettuate da ditte specializzate con oneri a carico dei richiedenti. Il sindaco di Como Stefano Bruni ha spiegato che non si sta sottovalutando il problema e che "per un intervento efficace i derattizzazione occorrono circa 80mila euro" ma per il momento "ne sono stati stanziati solo 20mila". Ad ogni modo il Comune inizierà a intervenire e reperirà le risorse mancanti per completare l'intervento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asl lancia l'allarme topi e il decalogo per difendersi

QuiComo è in caricamento