Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

L'Anpi trasforma il 25 Aprile in un comizio anti-Renzi. Ira Braga: "Strumentale e di parte"

La fotografia in alto, già dice molto su come sia andata la celebrazione del 25 Aprile di oggi ai giardini a lago: mentre l'oratore scelto in rappresentanza dall'Associazione Nazionale Partigiani (Anpi) scatenava l'invettiva contro il governo...

Durante e dopo le parole di Gallo, non sono mancate visibili dimostrazioni di dissenso da parte dell'assessore Marcello Iantorno, di perplessità da parte del sindaco Mario Lucini e di evidente contrarietà da parte della deputata Pd Chiara Braga. La quale, a fine intervento, ha replicato con toni duri.

"Premetto che venendo qui stamattina ho rifatto la tessera dell'Anpi convintamente e la rifarei - ha affermato - Prendo atto che il taglio che l'Anpi ha ritenuto di dare è stato di questo tipo ma fortunatamente il 25 Aprile ha permesso a tutti di esprimere le proprie idee liberamente. Credo però che non si faccia un buon servizio piegando la celebrazione a una critica di parte e strumentale contro un percorso di riforme istituzionali su cui si può essere d'accordo o no ma su cui per discutere servono modalità diverse di quelle di un comizio istituzionale. Mi dispiaccio dell'uso fatto della celebrazione, peraltro essendo pronta sui temi specifici a confrontarmi e a spiegare senza difficoltà le ragioni contrarie che mi portano a sostenere le riforme". Braga è stata una delle esponenti simbolo scelta dal Pd a livello nazionale per motivare la scelta dell'astensionismo sul referendum sulle trivelle, dunque replica seccamente anche su questo punto: "Siccome è stata richiamata più e più volte la Costituzione, tengo a sottolineare che le ragioni del referendum abrogativo e il motivo per cui è previsto il raggiungimento di un quorum sono scritti nelle discussioni dei padri costituenti proprio quando inserirono il quorum. Non apprezzo mai chi tira la Costituzione da una parte o dall'altra, per di più equiparare l'astensione a sintomo di indifferenza e agnosticismo mi pare si commenti da sé e non rende onore all'associazione che questa persona rappresentava in occasione del 25 Aprile". Cliccando qui trovate il discorso integrale pronunciato dal sindaco di Como, Mario Lucini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Anpi trasforma il 25 Aprile in un comizio anti-Renzi. Ira Braga: "Strumentale e di parte"

QuiComo è in caricamento