Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Lago rosso sangue

Al fluire di acque delle più varie colorazioni, purtroppo, si è ormai abituati alla foce del Cosia nella zona del Tempio Voltiano. Ma lo spettacolo che si può constatare questa mattina è probabilmente uno tra i più forti degli ultimi tempi...

Al fluire di acque delle più varie colorazioni, purtroppo, si è ormai abituati alla foce del Cosia nella zona del Tempio Voltiano. Ma lo spettacolo che si può constatare questa mattina è probabilmente uno tra i più forti degli ultimi tempi. Dall'alveo artificiale del torrente che scorre sotto mezza città e che esce all'aria aperta proprio nel tratto finale dei giardini a lago, sfocia un fluido non meglio definibile di color sangue o rosso-ferro, in taluni punti persino vicino alle tonalità del marrone scuro e del nero. E l'impatto con il Lario produce l'inevitabile conseguenza: una chiazza enorme, sempre più larga minuto dopo minuto, che stravolge letteralmente l'azzurro del lago, coprendolo per una superficie vasta e sempre più ampia. Impossibile per chiunque passi dalla zona non fermarsi almeno un attimo per constatare l'effetto tutt'altro che armonioso e naturale dell'insieme.

Il tema non è nuovo, ma - come detto - nelle proporzioni di questi minuti è un inedito. Difficile - senza un campionamento scientifico delle acque - potersi sbilanciare sulle sostanze che determinino la colorazione e sulla loro eventuale tossicità. La zona, peraltro, non è balneabile da lustri a dispetto dei tuffi estivi tutt'altro che rari forse anche per una segnaletica non visibilissima. Impossibile, inoltre, non andare col pensiero agli antichi problemi legati agli scarichi non sempre a norma che alcuni insediamenti civili e industriali immettono nel corso del Cosia. Di sicuro, venisse anche appurato che non esistono problemi gravi di inquinamento del Lago e del Cosia stesso - tesi che, da profani, è comunque difficile da accettare a scatola chiusa - resta uno spettacolo non degno di uno dei luoghi monumentali e naturali più frequentati da comaschi e turisti.

Al momento della stesura dell'articolo non è stato possibile consultare l'amministrazione. Seguiranno, nel caso, aggiornamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago rosso sangue

QuiComo è in caricamento