Cronaca

Lago rosso, interviene la Regione. L'assessore Terzi allerta l'Arpa per i controlli

Troppo, anche per l'assessore regionale all'Ambiente Claudia Terzi. Il tratto finale del Cosia tinto di rosso-marrone e il suo sfociare nel Lario fino a coprirne per una vasta superficie l'azzurro naturale hanno rapidamente innescato la voglia...

Lago rosso, interviene la Regione. L'assessore Terzi allerta l'Arpa per i controlli

Troppo, anche per l'assessore regionale all'Ambiente Claudia Terzi. Il tratto finale del Cosia tinto di rosso-marrone e il suo sfociare nel Lario fino a coprirne per una vasta superficie l'azzurro naturale hanno rapidamente innescato la voglia di saperne di più anche ai massimi livelli del governo lombardo. E così l'assessore Terzi, poco fa, ha interpellato direttamente la direzione dell'Arpa di Como per avere delucidazioni sulla questione e, nel caso, per procedere con le verifiche materiali del caso. Arpa, dunque, ha già garantito la disponibilità ad eseguire controlli specifici sul Cosia e sulla foce nel Lario nel minor tempo possibile. Ma non solo: sempre l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente ha già anche consultato Comodepur per appurare eventuali problemi nel processo di depurazione delle acque prima dello sbocco nella zona dei giardini a lago e del Tempio Voltiano. Da viale Innocenzo, però, è arrivata la conferma che l'impianto non registra alcuna anomalia e che ha funzionato regolarmente anche nelle scorse ore.

eugenio-zoffiliA confermare la messa in moto della macchina dei controlli è il vicesegretario provinciale e commissario cittadino della Lega Nord, Eugenio Zoffili, in contatto diretto proprio con l'assessore regionale Claudia Terzi.

"Le immagini sono preoccupanti - conferma Zoffili - Anche solo per pura precauzione o, nel caso peggiore, per constatare la presenza di qualche rischio e dunque scongiurarlo rapidamente, era inevitabile avviare qualche verifica in tempi rapidi. L'assessore Terzi si è interessata immediatamente, io per la mia parte anche e con Arpa si è rapidamente raggiunto un accordo sulla necessità di condurre degli approfondimenti, così da arrivare a stabilire esattamente cosa sta accadendo, nell'interesse di tutti". Non manca, però, una nota polemica nei confronti del Comune di Como. "Ringrazio l'assessore Terzi e Arpa per la tempestività con cui si sono interessati della vicenda - chiude Zoffili - Ma nello stesso tempo mi sembra incredibile che nessuno dall'amministrazione, in tutto questo tempo, abbia fatto nulla e non abbia sentito il bisogno di avviare controlli o farli in proprio. E' il destino di questa amministrazione: essere un fantasma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago rosso, interviene la Regione. L'assessore Terzi allerta l'Arpa per i controlli

QuiComo è in caricamento