Cronaca

Ladri traditi dall'iPad: i carabinieri li rintracciano con il GPS

Hanno rubato una borsa da un'auto. Dentro c'erano un computer e un iPad. Pensavano forse di avere fatto un buon colpo e di essersi assicurati un discreto bottino, invece proprio il tablet li ha traditi consentendo ai carabinieri di rintracciarli...

carabinieri

Hanno rubato una borsa da un'auto. Dentro c'erano un computer e un iPad. Pensavano forse di avere fatto un buon colpo e di essersi assicurati un discreto bottino, invece proprio il tablet li ha traditi consentendo ai carabinieri di rintracciarli, denunciarli e poi arrestarli. Nei guai sono finiti due fratelli di Cassina Rizzardi (35 e 46 anni)

Martedì mattina un residente di Bulgarograsso ha denunciato ai carabinieri di Appiano Gentile un furto: qualcuno aveva rotto il vetro dell'auto e rubato una borsa con un pc e un tablet. I ladri, però, erano ignari del dispositivo GPS del tablet che ha consentito ai carabinieri di rintracciarlo in pochissimo tempo. i militari hanno seguito il segnale emesso dall'apparecchio e sono giunti fino a un'abitazione di Cassina Rizzardi in cui risultavano domiciliati due fratelli entrambi con precedenti penali. Tutti e due sono stati denunciati a piede libero per furto, ma poiché erano entrambi agli arresti domiciliari i rispettivi tribunali di sorveglianza (di Milano e di Varese) hanno disposto l'arresto in carcere poiché risultava evidente che non avessero adempiuto agli obblighi imposti dai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri traditi dall'iPad: i carabinieri li rintracciano con il GPS

QuiComo è in caricamento