La verità del 'Pianista fuori posto' multato tre volte: "A Como? Sono un perseguitato"

"Mi sono stancato di vedere i teatri mezzi vuoti. Così ho deciso: la musica va portata fuori, dove c'è la gente". E' Paolo Zanarella, "Il pianista fuori posto" come si fa chiamare. Amato, osannato, assai di rado contestato. Ha un seguito...

 

"Mi sono stancato di vedere i teatri mezzi vuoti. Così ho deciso: la musica va portata fuori, dove c'è la gente". E' Paolo Zanarella, "Il pianista fuori posto" come si fa chiamare. Amato, osannato, assai di rado contestato. Ha un seguito incredibile ovunque si muova. Ha suonato appeso a una gru, nel centro delle grandi città e dei piccolo paesi. Con Como ha un rapporto strano. Un ambiguo amore-odio. Multato per tre volte, l'ultima ieri come ha raccontato Fabrizio Comerio, ha deciso di andarsene e non tornare. Poi l'appoggio del Consorzio Como Turistica, raccontato da Lele Caso. Intervistato da QuiComo racconta la sua verità e dice: "Sono un perseguitato".

https://www.youtube.com/watch?v=XiOmN7NwsGY

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento