La telecamera dei vigili non fa sconti: multa e fermo del veicolo per l'autocarro del Comune

La telecamera è degna di James Bond e a farne le spese è persino lo stesso Comune di Como. Vicenda singolare - nel bene per l'efficienza dimostrata dal macchinario, nel "male" per il paradosso di fondo - quella risalente al 27 novembre scorso ed...

telecamera-assicurazione-25ago15-3

La telecamera è degna di James Bond e a farne le spese è persino lo stesso Comune di Como. Vicenda singolare - nel bene per l'efficienza dimostrata dal macchinario, nel "male" per il paradosso di fondo - quella risalente al 27 novembre scorso ed emersa in queste ore. Quel giorno, gli agenti della polizia locale si sono posizionati in Napoleona, subito dopo il curvone, con l'apparecchio capace di leggere immediatamente le targhe e, in contemporanea, in grado di svelare se il mezzo in transito è in regola con l'assicurazione, con la revisione obbligatoria ma anche se circola se circola nonostante sia sotto fermo o sequestro amministrativo. E l'occhio elettronico ha colpito, segnalando alla pattuglia posizionata poco distante - all'ingresso del vecchio ospedale Sant'Anna - un autocarro che risultava appunto senza la revisione, circostanza poi effettivamente confermata al momento dello stop del mezzo e dalla seguente lettura della carta di circolazione.

Tutto normale, ma con una particolarità in più: l'autocarro in questione è di proprietà comunale ed era condotto proprio da un dipendente di Palazzo Cernezzi. Ma nulla è cambiato, ovviamente, sull'esito finale: contestando al collega la violazione dell’articolo 80 del Codice della strada (mancata revisione), gli è stata comminata una multa di 169 euro (se pagata entro 5 giorni diminuibile del 30% e dunque pari a 118,30 euro) oltre alla sospensione della circolazione del veicolo fino all'effettuazione della revisione in circolazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

  • Scappa dal posto di blocco, ritrovato morto in un capannone: aveva 28 anni

Torna su
QuiComo è in caricamento