La storia di Giovanni: lieto fine raccontato da Quicomo e Le Iene

Giovanni non è più senza tetto. Questo lo avevamo già annunciato a Natale, quando il volontario dei City Angels di Como, Gianfranco Moretti, ha accompagnato Giovanni nella casa messa a disposizione dall'associazione. Non avevamo, però, potuto...

 

Giovanni non è più senza tetto. Questo lo avevamo già annunciato a Natale, quando il volontario dei City Angels di Como, Gianfranco Moretti, ha accompagnato Giovanni nella casa messa a disposizione dall'associazione. Non avevamo, però, potuto proporvi il servizio per non "bruciare" la puntata delle Iene in onda questa sera (19 febbraio 2015). In questi mesi, però, Giovanni ha dormito sotto un vero tetto. Lo avevamo conosciuto a novembre con un bel servizio andato in onda su Italia 1 realizzato da Quicomo insieme alle Iene. Quella che poteva sembrare una storia di sfruttamento si è rivelata essere una storia di grande solidarietà e umanità i cui protagonisti sono i tanti comaschi che lavorano dentro e vicino al mercato coperto di via Mentana a Como e che ogni giorno, ognuno a modo suo, si prendono cura di Giovanni che fino al 24 dicembre dormiva all'aperto sotto un portico di piazza Duomo.

Per una questione di "diritti televisivi" non possiamo pubblicare il medesimo servizio di stasera delle Iene. Per questo ne abbiamo montato uno noi con le immagini che abbiamo girato per raccontare l'emozionante e commuovente momento in cui Giovanni entra nella sua nuova casa. Qui il link al servizio dello scorso 6 novembre. Dopo il primo servizio in tantissimi hanno scritto alla redazione di Quicomo (e ancor di più, ovviamente, a quella delle Iene) per offrire il proprio aiuto a Giovanni. Qualcuno si era proposto di pagargli parte dell'affitto per una nuova casa. Un dentista si è offerto di curargli i denti gratuitamente. Un uomo dell'Abruzzo si è offerto di ospitarlo vita natural durante in uno dei suoi appartamenti. Ma Giovanni ha detto di non volere abbandonare Como. Addirittura quando una signora di Roma e suo figlio si sono offerti di ospitarlo per le feste natalizie Giovanni, dopo avere acconsentito, all'ultimo momento, quando Quicomo è andato a prenderlo per accompagnarlo in treno nella capitale, si è rifiutato. Non se l'è sentita di partire. Alla fine, però, qualcuno ha trovato il modo di aiutarlo nel migliore dei modi, realizzando il suo sogno: una vera casa. L'abitazione si trova in via Zezio, a Como, a poche centinaia di metri dal mercato coperto, dove c'è il mondo di Giovanni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento