La promessa: "Aumenteremo l'affitto, ma i vigili del fuoco restano in via Valleggio"

La promessa è arrivata all'inizio del consiglio provinciale di ieri e per il futuro della caserma di via Valleggio sembra positiva al 100%: "I vigili del fuoco lì sono, e lì restano". Testuale. A fare la promessa è stata la presidente della...

Maria-Rita-Livio-Candidata-Presidente

La promessa è arrivata all'inizio del consiglio provinciale di ieri e per il futuro della caserma di via Valleggio sembra positiva al 100%: "I vigili del fuoco lì sono, e lì restano". Testuale.

A fare la promessa è stata la presidente della Provincia, Maria Rita Livio, rispondendo a un'interrogazione in merito presentata dal consigliere leghista, Giovanni Rusconi. Il quale, con il documento, ha chiesto una posizione ufficiale di Villa Saporiti in merito alla disdetta dell'affitto inviata a dicembre proprio dagli uffici di via Borgovico ai pompieri (l'edificio è di proprietà provinciale). Così, poi, la presidente Livio ha argomentato la certezza (doppia, in realtà: è confermata la volontà di aumentare l'affitto ai vigili del fuoco). "Vorrei fugare la preoccupazione sulla possibile chiusura della caserma di via Valleggio e sul possibile dislocamento in altro luogo - ha affermato - Lo scopo unico della disdetta è stato dare il preavviso per rinegoziare le condizioni economiche dell'affitto. Abbiamo colto l'occasione anche in virtù di una richiesta degli stessi vigili del fuoco per poter ottenere l'utilizzo di un terreno di 1.500 metri quadrati circa che oggi è utilizzato per metà e si trova davanti alla caserma". "Il comandante - ha specificato Maria Rita Livio - chiede di poter utilizzare il terreno come posteggio per i dipendenti e poi per motivi di sicurezza visto che si vuole separare lo spazio per i mezzi da lavoro da quelli personali. Oggi il canone d'affitto della caserma ammonta a circa 225mila euro, ma quando stipulammo il contratto era partito da una cifra iniziale di circa 255mila. Poi è sopravvenuta una riduzione del 15% imposta dallo Stato che ha interessato tutti gli immobili pubblici, cui la cifra annuale è stata ridotta agli attuali 225mila euro circa. Ciò che noi vorremmo rinegoziare è proprio il 15% perso, con l'obiettivo di recuperarlo e tornare alla cifra originaria. E i vigili del fuoco sanno che questo è il nostro unico intendimento". Peraltro, la presidente ha sottolineato come da Roma sia stata avanzata la proposta agli enti pubblici di conferire, dietro pagamento, gli immobili di proprietà a un fondo speciale del ministero dell'Economia: questo, di fatto, consentirebbe alla Provincia di incassare i soldi della vendita della caserma allo Stato, con quest'ultimi che di conseguenza diventerebbe il nuovo "padrone di casa" dei pompieri. Ma quello che conta, al netto di questo possibili passaggi economico-burocratici, è la promessa fatta in aula da Rita Livio: "I vigili del fuoco lì sono, e lì restano". Nessuno sfratto e conferma del pieno utilizzo della caserma di via Valleggio, dunque, sebbene probabilmente con un affitto che dal 2016 dovrebbe passare a 265mila euro. Rassicurato anche sul fatto che il comandante dei vigili del fuoco di Como è attivamente coinvolto in tutta la procedura, il consigliere Rusconi si è detto soddisfatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

Torna su
QuiComo è in caricamento