menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La non notizia della (eventuale) Tangenziale gratis fino a gennaio. Le due promesse di Maroni

La non notizia della (eventuale) Tangenziale gratis fino a gennaio. Le due promesse di Maroni

La non notizia della (eventuale) Tangenziale gratis fino a gennaio. Le due promesse di Maroni

Circola con insistenza nelle ultime ore, l'ipotesi - proveniente dagli ambienti della Regione e avvalorata anche dal sottosegretario comasco Alessandro Fermi - che il Pirellone stesso e la società Pedemontana stiano per fare un "regalo" ai...

Circola con insistenza nelle ultime ore, l'ipotesi - proveniente dagli ambienti della Regione e avvalorata anche dal sottosegretario comasco Alessandro Fermi - che il Pirellone stesso e la società Pedemontana stiano per fare un "regalo" ai comaschi in merito al contestatissimo pedaggio per la Tangenziale di Como. Di fatto - pur con la certezza che, prima o poi, per quei 2,4 chilometri tra Como e Villa Guardia il balzello si pagherà - lo scenario sembra indirizzarsi verso una percorribilità gratuita fino alla fine del 2015. In sostanza, il pedaggio si inizierebbe a pagare non dal primo novembre prossimo, data finora ufficialmente fissata, bensì dal gennaio 2016. Il tutto mentre il trio Regione-Pedemontana-Autostrade per l'Italia si occuperà delle finora non meglio precisate scontistiche definitive per limitare almeno in parte l'impatto del pedaggio sulla Tangenziale. Fin qui, dunque, tutto bene.

lucini-maroni-convenzione-paratie-2A patto, naturalmente, di avere la memoria molto corta e aver completamente dimenticato queste testuali parole pronunciate dal governatore lombardo Roberto Maroni il 12 dicembre 2014: "Il tratto A della Pedemontana e la Tangenziale di Varese entreranno in esercizio sabato 24 gennaio 2015, la Tangenziale di Como un po' dopo (accadde il 23 maggio successivo, ndr). E per tutto il 2015 saranno esenti da pedaggio, nel frattempo negozierò con il governo perché non si paghi sempre". Ma non solo, perché il 21 aprile 2015 (come riporta anche questa cronaca di Quicomo), nel giorno in cui peraltro il consiglio regionale approvò la famosa mozione per la gratuità del "moncherino" comasco, ancora Maroni si espresse (questa volta addirittura in aula) esattamente così: "La tangenziale di Como sarà gratis almeno fino alla fine di Expo e probabilmente anche due o tre mesi dopo".

Insomma, se i rumors delle ultime ore trovassero effettiva conferma - per ironia della sorte, la certezza ancora non c'è - sarebbe buona cosa per il territorio comasco che pure già si è visto dimezzare l'infrastruttura. Ma, per l'appunto, si tratterebbe di promesse e annunci fatti anche in sedi ufficiali semplicemente rispettati. Cosa rara, in politica, questo è vero. Ma non c'è niente di più.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento