La furia del vento e del lago affonda il battello spazzino

Ancora disagi, ancora danni: la furia del vento non smette di creare emergenze. Questa mattina alle prime luci dell'alba si è scoperto che il battello spazzino - quello concesso in comodato d'uso al Comune di Como dall'amministrazione...

 

Ancora disagi, ancora danni: la furia del vento non smette di creare emergenze. Questa mattina alle prime luci dell'alba si è scoperto che il battello spazzino - quello concesso in comodato d'uso al Comune di Como dall'amministrazione provinciale - è affondato, con ogni probabilità a causa del forte vento e del lago agitato come un mare in burrasca. Spetterà al Comune occuparsi dei costi per il recupero del natante-operaio. Il battello spazzino serve per ripulire il primo bacino dai detriti come legni e fango che, trascinati dai torrenti che si immettono nel lago, vengono trascinati verso la città dalla corrente. Detriti e fango, infatti, si sono già accumulati in zona Porto Marina a ridosso della diga foranea. Per ripulirli resta soltanto l'altro battello spazzino utilizzato dall'amministrazione provinciale. Sempre in zona a lago, ai giardini, gli operai erano al lavoro per rimuovere il grosso albero caduto ieri.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento