menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il partito di Corrado Passera si organizza: tutti i dirigenti comaschi di Italia Unica

Il partito di Corrado Passera si organizza: tutti i dirigenti comaschi di Italia Unica

Italia Unica attacca: "Ztl dannosa per il commercio senza un nuovo piano della viabilità"

Daniele Roncoroni, in camicia bianca Italia Unica apre di fatto la sua lunga campagna verso Palazzo Cernezzi con il primo comunicato ufficiale che entra nella "carne" dei temi caldi di Como. Nello specifico, quello forse più rovente di tutti...

Daniele Roncoroni, in camicia bianca

Italia Unica apre di fatto la sua lunga campagna verso Palazzo Cernezzi con il primo comunicato ufficiale che entra nella "carne" dei temi caldi di Como. Nello specifico, quello forse più rovente di tutti: i parcheggi. Il partito fondato da Corrado Passera, guidato in città da Daniele Roncoroni, pone due questioni sul tappeto: la necessità di un nuovo piano parcheggi organico dopo 15 anni dall'ultimo realizzato dall'allora assessore Nini Binda (Forza Italia); e in secondo luogo bocciando l'archiviazione definitiva del progetto per un autosilo interrato in viale Varese presentata a suo tempo dal costruttore Angelo Majocchi.

"Dopo il noto piano della viabilità e dei parcheggi dell'ex assessore Nini Binda risalente alla giunta Botta del 2000 - si legge nella nota ufficiale di Italia Unica - Como non ha più proposto nessun piano viabilità e parcheggi serio e completo che favorisca l'accesso alla città ai cittadini che vengono da fuori e ai turisti che vogliano visitare il centro o fare shopping. Nel piano di sviluppo della città a nostro avviso la proposta del privato di realizzare un parcheggio centrale in viale Varese a supporto dell'attività commerciale e del turismo ci vede favorevoli e non riteniamo valide le motivazioni negative espresse dalla giunta comunale in carica circa il mancato introito degli attuali parcheggi di superficie".

piazza-roma-19apr15-1"Italia Unica Como ritiene che una buona amministrazione debba innanzitutto volere il bene comune e lo sviluppo della città turistica e commerciale - conclude la nota - La zona a traffico limitato ed il suo ampliamento stanno trasformando Como in una città potenzialmente più bella nelle sue piazze di cui si attende una doverosa riqualificazione, ma commercialmente ed economicamente la mettono in seria difficoltà. Diversamente, un piano parcheggi completo e organico che favorisca l'accesso in città può ben integrarsi con un centro a traffico limitato che altrimenti diventa una scelta miope e incongruente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento