rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Italia in finale, la festa a Como è fuori controllo

Vittoria dell'Italia 2 a 1 contro la Germania nella semifinale degli Europei. Scattano i festeggiamenti e le strade di Como si riempiono di orde di giovani e meno giovani che esultano. Anche troppo. A Monte Olimpino una bambina di 12 anni che...

Vittoria dell'Italia 2 a 1 contro la Germania nella semifinale degli Europei. Scattano i festeggiamenti e le strade di Como si riempiono di orde di giovani e meno giovani che esultano. Anche troppo. A Monte Olimpino una bambina di 12 anni che viaggiava in macchina con i suoi genitori è stata ferita alla spalla da un proiettile vagante. In piazza Cavour le auto che transitano sul lungolago devono fermarsi e affrontare i tifosi che le scuotono fino a sollevare le ruote da terra: un uomo al volante della sua auto cerca invano di far desistere i giovani esaltati e alla fine finisce con lo stare male, urta la testa contro la portiere e si accascia a terra. Qualche minuto di panico mentre la folla non cessa di festeggiare e qualcuno inveisce contro l'uomo "pagliaccio!". Nel frattempo l'uomo, 43 anni, si rialza e si rimette in auto, ma non riparte. Si preme la mano sul petto, sembra che stia male. Dopo alcuni minuti riparte con la sua auto ma si ferma a poche decine di metri. Un'ambulanza del 118 lo soccorre, per fortuna si è ripreso, è stato forse un attacco di panico. Nel frattempo in piazza Cavour e in via Ugo Foscolo si verificano altri due episodi di violenza. E' in via Ugo Foscolo dove si verifica l'episodio più violento alcuni uomini arrivano alle mani, anzi peggio: si parla di bottigliate in faccia. Un 37enne finisce al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna con il volto coperto di sangue.

Ma, come detto, è nella zona di Monte Olimpino dove si è verificato l'episodio più violento e pericoloso. Una famiglia stava rientrando a casa in auto. A un tratto qualcuno esplode un colpo di pistola, probabilmente per festeggiare. Il proiettile colpisce l'auto, manda in frantumi il lunotto posteriore e ferisce alla spalla la bambina che stava tornando a casa con i suoi genitori. La bambina ha iniziato a urlare e a perdere sangue ed è stata trasportata d'urgenza all'Ospedale Valduce, non è in pericolo di vita, ma dovrà subire un intervento per la rimozione del proiettile. I carabinieri sono impegnati nelle indagini per individuare la persona che ha sparato.

Si parla di

Video popolari

Italia in finale, la festa a Como è fuori controllo

QuiComo è in caricamento