Inverigo, gioiello brianzolo tra architettura, luce e cielo. Un racconto in timelapse del pensionato-videomaker

Diciamolo, ci mancava. Giuseppe Sigrisi - lo abbiamo, con stima infinita e massimo affetto, ribattezzato "il pensionato-videomaker" - da tempo delizia i nostri occhi con un racconto per immagini di Como e del suo territorio. La narrazione di...

 

Diciamolo, ci mancava. Giuseppe Sigrisi - lo abbiamo, con stima infinita e massimo affetto, ribattezzato "il pensionato-videomaker" - da tempo delizia i nostri occhi con un racconto per immagini di Como e del suo territorio. La narrazione di Giuseppe è tanto sapiente quanto artigiana, tra tecnica pura e grande capacità narrativa, ricostruisce luoghi e spazi, colore e architettura. Rende meno ovvi ambienti che, quotidianamente, si frequentano distrattamente, con abitudine.

Ha raccontato Como e Cernobbio, Cantù e Bellagio (tanto per citare). Oggi tocca a Inverigo, come sempre tra hyper e timelapse.

Tutti i video di Giuseppe Sigrisi

"Inverigo - spiega Giuseppe - è certamente la perla della Brianza comasca. Il suo sviluppo urbano è avvenuto in modo concentrico attorno alle residenze degli antichi signori delle frazioni che compongono il Comune. Un vero peccato che in questo periodo la villa Crivelli, il cosiddetto castello di Inverigo, fosse in ristrutturazione, per cui non se ne può ammirare la bellezza. Nel video tuttavia si può godere dell'ameno paesaggio di Pomelasca con la Villa Sormani, delle armoniose architetture del Santuario di Santa Maria della Noce e della meravigliosa Rotonda, villa Neoclassica del Cagnola. Il tutto ammirando il Viale dei Cipressi con la statua dell'Ercole. Purtroppo nel filmato è presente solo qualche foto della bella villa Perego, di proprietà privata e quindi non accessibile (nonostante la richiesta). Non potevano mancare riprese del treno, visto che la stazione ferroviaria ha contribuito non poco allo sviluppo del paese. Per gli amanti della pesca i laghi Carpanea. La tecnica usata è stata in prevalenza quella del Time Lapse, la bella musica è quella del maestro Van Syla "The Death of a Star". Mi auguro, sicuramente con qualche mancanza, di essere riuscito a ben rappresentare il borgo di Inverigo e di aver fatto cosa gradita ai suoi cittadini.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento