rotate-mobile
Cronaca Strada Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga

Inseguimento dalla Statale 36: in auto un chilo di droga nella busta della spesa

L'auto si era arrivata fino all’autostrada A4 in direzione di Torino

I carabinieri stavano svolgendo un'indagine per alcuni episodi di truffa nei confronti di anziani ma quando hanno perquisito la macchina di un 42enne e un 43enne di Torino hanno trovato  oltre chilo di marijuana. Gli agenti quella mattina erano in borghese per identificare un particolare gruppo di truffatori che colpiscono in zona e in tutta Italia. Ripercorriamo la vicenda dall'inizio. 

Erano circa le 12.30, quando una pattuglia in borghese del nucleo operativo e radiomobile, mentre percorreva la Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga in direzione di Milano nel tratto tra Arosio e Seregno, ha notato due individui sospetti a bordo di una Nissan Juke nera che procedeva a forte velocità, proprio dello stesso colore di un veicolo monovolume che poco prima era stato segnalato quale mezzo di fuga di due truffatori che avevano appena tentato un colpo.
Insospettiti, i militari in borghese hanno cercato di non perdere di vista la Nissan che intanto, giunta a Sesto San Giovanni, si era immessa sull’autostrada A4 in direzione di Torino. Nel mentre è stato richiesto l’intervento in supporto di altre pattuglie per fermare quel mezzo che finalmente, dopo alcune decine di chilometri, è stato intercettato all’altezza di Marcallo con Casone da un equipaggio del radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni.
La perquisizione del veicolo ha permesso di trovare dentro una busta gialla della spesa, un grosso pacco in cellophane contenente 1 chilo di marijuana.
Il 42enne e il 43enne, entrambi con alle spalle alcuni precedenti per reati contro il patrimonio e, il secondo, anche per reati contro la persona e in materia di armi, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio e traffico di stupefacenti e portati in caserma a Seregno per gli accertamenti del caso dove sono stati trattenuti a disposizione dell’autorità giudiziaria di Milano fino all’udienza del giorno successivo. Convalidato l’arresto, il 42enne è rimesso in libertà e il 43enne sottoposto alla misura cautelare personale dell’obbligo di dimora in nel comune di residenza. I due andranno a giudizio il prossimo 6 dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento dalla Statale 36: in auto un chilo di droga nella busta della spesa

QuiComo è in caricamento