rotate-mobile
Cronaca Cantù / Piazza Garibaldi

Caccia all'uomo nel cuore di Cantù: inseguimento ad alto rischio

Alla fine il fuggitivo è stato arrestato grazie al coraggioso intervento di un agente di polizia locale

Nella tranquilla mattina di domenica 24 marzo, il centro cittadino di Cantù è stato scosso da una movimentata caccia all'uomo. Alle ore 10 precise, il comando di polizia locale è stato chiamato a intervenire in una situazione di emergenza che ha messo a dura prova l'abilità e la prontezza di reazione degli agenti.

Il susseguirsi degli eventi si è svolto come una scena di un film adrenalinico: il conducente di una Citroen C3, proveniente da via Cavour, ha dato il via all'inseguimento, facendo svolte repentine e mettendo a repentaglio la sicurezza non solo degli agenti, ma anche di numerosi pedoni presenti in piazza Garibaldi.

Le manovre spericolate del fuggitivo hanno portato l'auto a procedere contromano per le strade centrali, sfiorando incidenti mortali. La tensione è giunta al culmine quando, nella frenetica fuga, l'auto ha urtato violentemente un muro di recinzione in via Enrico Brambilla, evitando per un soffio un impatto frontale con un'altra vettura.

Nonostante gli sforzi degli agenti per fermare il conducente, questi ha abbandonato l'auto per proseguire la fuga a piedi. Un coraggioso agente ha deciso di seguirlo, facendo uso dei dispositivi di autotutela a sua disposizione per proteggersi da eventuali attacchi. Solo grazie all'arrivo tempestivo dei colleghi è stato possibile immobilizzare il fuggitivo.

Ma la storia non finisce qui. L'uomo, un quarantenne di nazionalità marocchina, si è rifiutato di collaborare con le forze dell'ordine, complicando ulteriormente la situazione. È stato necessario portarlo per il fotosegnalamento presso la questura di Como, dove è stato identificato come un individuo privo di regolare permesso di soggiorno.

In uno stato di alterazione evidente, l'uomo è stato trasportato d'urgenza presso l'ospedale Sant'Anna per ulteriori accertamenti. Le indagini condotte dalla polizia locale hanno rivelato una serie di gravi reati commessi dal soggetto, che è stato denunciato all'autorità giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale, guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti e immigrazione clandestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia all'uomo nel cuore di Cantù: inseguimento ad alto rischio

QuiComo è in caricamento