menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infermiera del pronto soccorso aggredita al Sant'Anna da un tossicodipendente

La donna soccorsa dal un poliziotto e dagli uomini della vigilanza interna

Sono stati momenti concitati e di grande tensione quelli vissuti al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia nel pomeriggio del 1 agosto 2020: un'infermiera è stata aggredita. Un uomo in attesa di essere visitato si è scagliato contro l'infermiera ma

è stato fermato dall’agente della Questura che opera in ospedale, con la collaborazione della vigilanza interna. L'aggressore è risultato essere un tossicodipendente senza fissa dimora. Non si conoscono i dettagli dell'aggressione ma è piuttosto probabile che fosse in stato di forte alterazione psico-fisica.

Non si tratta certo del primo episodio del genere che si è verificato al pronto soccorso del Sant'Anna. Su questa ennesima aggressione è intervenuto con una nota stampa osserva il direttore generale di Asst Lariana Fabio Banfi: “Si tratta di un episodio grave. Purtroppo l’emergenza Coronavirus ha reso necessario sospendere la presenza fissa della nostra vigilanza in Pronto Soccorso ma è evidente che il tema della sicurezza è centrale e l’attenzione deve essere alta. Esprimiamo la nostra vicinanza all’infermiera aggredita e a tutti i dipendenti del Pronto Soccorso che nonostante questi atti di violenza lavorano ogni giorno con dedizione e abnegazione. Un ringraziamento alla Questura per la sua presenza e vicinanza attraverso il presidio del Posto Fisso di Polizia che con professionalità e grande sensibilità è quotidianamente impegnata nell’attività di vigilanza e controllo, garantendo la sicurezza ai cittadini e agli operatori nello svolgimento del proprio lavoro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Tampone covid, nei supermercati arriva il kit fai da te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento