rotate-mobile
Cronaca

Incubo sul treno mentre va al lavoro: un uomo si spoglia e le mostra i genitali

Erano le 8 del mattino

Un'altra storia agghiaccinate sui treni che vengono quotidianamente usati dai pendolari di Como e della Brianza verso Milano e viceversa. L’episodio è avvenuto nella mattinata di mercoledì 13 luglio. La donna è salita a bordo del treno regionale Milano-Lentate Camnago intorno alle 8. Questa linea viene molto utilizzata anche da chi vive nelle zone limitrofe a Lentate sul Seveso (Mariano Comense, Novedrate, Cermenate, Carimate e Cabiate).

La donna ha preso il treno, come ogni mattina, per andare a lavoro ed è stata vittima di molestie pesantissime quando un ragazzo di 25 anni, un cittadino di origine egiziana, si è seduto davanti a lei e ha iniziato a parlarle, facendo domande diventate poi insistenti e avvicinandosi. Così da tanto da arrivare anche a spogliarsi e mostrarle i genitali. E quando la signora è scesa dal treno, lui l’ha seguita.

Un viaggio diventato presto un incubo a cui ha messo fine il coraggio della donna che in stazione, a Seveso, ha subito fermato gli agenti della polizia locale che erano impegnati in zona per una attività di controllo e ha raccontato l’accaduto. Il personale ha così intercettato il ragazzo che è stato denunciato per molestie e atti osceni.

Si spoglia sul treno davanti a una donna

Il viaggio verso Seveso, dove la signora lavora e dove sarebbe scesa, è stato terribile. “Una volta sedutasi al proprio posto si è vista avvicinare da un uomo che ha iniziato a rivolgerle la parola con domande sulla propria vita, dopo di che con insistenza avvicinandosi anche con il corpo è passato a domande ed apprezzamenti più intimi fino ad arrivare a esibire i propri genitali” spiegano dal comando di polizia locale. La signora poi ha chiesto aiuto agli agenti che hanno bloccato il 25enne che è stato denunciato in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria di Monza, oltre che per i reati di molestia e atti osceni, anche per la permanenza illegale nel territorio nazionale. Terminate le operazioni di identificazione è stato accompagnato presso l'ufficio immigrazione della Questura di Monza e Brianza per l'avvio del procedimento di espulsione amministrativa dal territorio nazionale.

“Complimenti ancora una volta all’efficienza della nostra Polizia Locale, ma soprattutto complimenti e grazie alla donna che con coraggio ha denunciato l'accaduto. Nessuna donna deve aver paura di vivere, viaggiare ed essere se stessa. Nella mia Amministrazione tolleranza zero per tali atti che ledono la dignità di ogni donna” ha commentato il sindaco di Seveso Alessia Borroni. 

Sono tanti, troppi gli episodi di violenza verbale e fisica che avvengono sui treni: dai furti delle Baby Gang, agli atti vandalici fino alle molestie sessuali, anche in pieno giorno. Con questo non si intende dire che di notte o di sera certi gesti e crimini siano giustificati ma che oramai la strafottenza è a un livello tale per cui non ci sono freni che riescano ad arginare questi disagi. Sperando che non si tramutino in tragedie. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo sul treno mentre va al lavoro: un uomo si spoglia e le mostra i genitali

QuiComo è in caricamento