Carlazzo, è salvo il bimbo della donna incinta ferita nell'incidente

Buone notizie dal Niguarda: alcune fratture per la mamma ma nessuna complicazione per il feto

La donna incinta, al settimo mese di gravidanza, coinvolta nell'incidente di Carlazzo del 29 novembre 2018 ha riportato brutte ferite, fratture e contusioni, ma non è in pericolo di vita. Soprattutto non è in pericolo di vita il bimbo che porta in grembo. Infatti, non si sono verificate conseguenze per il feto dovute all'incidente e alle cure a cui i medici dell'ospedale Niguarda di Milano l'hanno sottoposta dopo il trasporto in codice rosso avvenuto con l'elisoccorso del 118 di Como. 
La donna, 44 anni di Porlezza, ha riportato la frattura dell'acetabolo destro, la lussazione di un'anca e la ferita a uno zigomo. Per lei la prognosi è di 30 giorni.

La dinamica dell'incidente

E' andata a sbattere con la sua auto contro un muretto a lato della strada. Avrebbe fatto tutto da sola. Lo schianto in via Statale all'altezza del civico 3. L'auto ha sbattuto contro il muretto rimbalzando poi di nuovo sulla carreggiata.
Violento l'impatto che ha causato lo scoppio di tutti gli airbag, come si vede nelle foto dei vigili del fuoco.

Potrebbe interessarti

  • All'ospedale Sant'Anna impiantati i primi pacemaker senza fili

  • Como, in arrivo gli autovelox fissi in via Napoleona contro gli incidenti

  • Super pista ciclabile attraverso Como: lavori al via entro fine anno

  • Como, la rotatoria di piazza San Rocco sarà realtà entro settembre

I più letti della settimana

  • Corruzione a Como: arrestati ex direttore dell'Agenzia delle Entrate, un imprenditore e commercialisti

  • La marcia della pace di Jacopo finisce in tribunale

  • Incidente a Grandate, auto ribaltata alla rotonda dell'Iper: due donne ferite e caos traffico

  • I funerali di Hans Junior Krupe: il doloroso addio al ragazzo ucciso a Veniano

  • Ferragni Fedez, scatti d'amore sul Lago di Como

  • Clooney e Obama sul lago di Como: gita in motoscafo, poi la cena a Villa d'Este

Torna su
QuiComo è in caricamento