Causa un incidente in viale Roosevelt e scappa: arrestata una donna

Quando gli agenti della polizia locale l'hanno rintracciata ha minacciato di buttarsi dalla finestra

Una 40enne italiana è stata arrestata dagli agenti della polizia locale di Como nella serata del 19 luglio 2020. Per lei l’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale e omissione di soccorso. Infatti, è ritenuta responsabile di un incidente avvenuto all’incrocio fra viale Roosvelt e via Grandi intorno alle 21.40 di quella stessa sera.

L'inseguimento

Nell’attraversare il cosiddetto “nodo cerniera”, la BMW condotta dalla donna si è scontrata con una moto con a bordo due persone. Subito dopo l’impatto l’auto si è allontanata in direzione di via Italia Libera. All’altezza della sede della Croce Rossa è stata raggiunta dal conducente della moto, che nonostante la caduta si è messo all’inseguimento della fuggitiva.

Mentre raggiungeva l’auto coinvolta nel sinistro, il motociclista ha notato che la donna stava scambiando il posto di guida con un uomo seduto sul lato passeggero, ma successivamente l’ha fatto scendere dall’auto e si è rimessa al volante allontanandosi velocemente. Il motociclista ha quindi chiesto aiuto alla Croce rossa per soccorrere la ragazza che viaggiava con lui ed è rimasta ferita nell’incidente.

Le indagini

Dopo pochi minuti è arrivato sul posto un equipaggio del Pronto intervento della Polizia locale che ha avviato immediatamente le indagini per risalire alla pirata della strada. Nonostante le reticenze dell’uomo che viaggiava con lei ed è rimasto in via Italia Libera, è stata rapidamente individuata grazie alla targa che l’automobile aveva perso dopo l’impatto. 

Grazie alla banca dati delle forze dell'ordine è stato possibile risalire rapidamente alla proprietaria dell’autovettura: come hanno accertato gli agenti, oltre ad essere gravata da precedenti penali, è risultata destinataria di un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza che le impone l’obbligo di rincasare entro le 21.00. Questa prescrizione evidentemente non è stata rispettata, dato che l’incidente è avvenuto oltre l’orario stabilito. 

Le minacce e l'arresto

Gli agenti hanno raggiunto l’abitazione della donna, hanno individuato il veicolo coinvolto, privo della targa e con danni compatibili con l’incidente, e hanno trovato la responsabile del fatto nella propria abitazione con le amiche. Una volta compreso che sarebbe stata accompagnata al comando della Polizia locale, la donna è andata in escandescenza e, dopo aver preso un coltello a lama lunga, si è avvicinata alla finestra minacciando di buttarsi e di non avvicinarsi. Arrivati i rinforzi, non senza fatica la protagonista è stata immobilizzata e accompagnata al Comando di viale Innocenzo. 

La donna è stata tratta in arresto poiché ritenuta responsabile dell’omissione di soccorso, di fuga dopo l’incidente, di resistenza a pubblico ufficiale. La sua patente di guida è stata ritirata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito delle lesioni subite, la passeggera della moto ha riportato una frattura al piede con una prognosi di trenta giorni. All’esito del processo con il rito direttissimo di questa mattina al Tribunale di Como il Giudice ha disposto la convalida dell’arresto con immediata scarcerazione dell’imputata, il rinvio dell’udienza alla settima prossima concedendo i termini a difesa. E’ stata inoltre disposta a carico della donna la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lettera di un'insegnante del Liceo Giovio che annienta la ministra Azzolina

  • Nuovo Dpcm, la bozza: chiuse le palestre, orario ridotto di negozi, bar e ristoranti

  • Grave al Sant'Anna per covid chiede plasma iperimmune: il comitato etico dice no

  • Nuovo dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18

  • Covid, arriva la stretta su palestre e piscine: le nuove regole

  • Coprifuoco Lombardia: firmata ordinanza, torna l'autocertificazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento