Como, sasso si stacca dalla parete rocciosa e colpisce un'auto: paura in via per San Fermo

E' solo uno degli interventi della polizia locale dal 30 luglio al 9 agosto: il bilancio

Repertorio (foto Milano Today)

Grande spavento ma per fortuna nessuna grave conseguenza per una donna che all'improvviso ha visto la sua auto colpita da un sasso staccatosi dalla parete rocciosa. E' successo in via per San Fermo a Como lo scorso 7 agosto 2018. Mentre percorreva in auto la strada che da San Fermo porta a Monte Olimpino, una pietra, non di grosse dimensioni, si è staccata improvvisamente dalla roccia che costeggia la via e si è abbattuta sul parabrezza della vettura. Per fortuna l’incidente ha causato danni solo al veicolo e un grande spavento per la donna, ma nessuna conseguenza grave. In programma - fa sapere l'ufficio stampa di Palazzo Cernezzi- da parte dei tecnici comunali un sopralluogo, una volta individuata la proprietà del terreno (che è privata) per valutare la situazione che comunque non dovrebbe destare preoccupazione.

L'incidente è stato rilevato dalla polizia locale di Como e fa parte degli interventi che hanno impegnato gli agenti dal 30 luglio al 9 agosto, resi noti da Palazzo Cernezzi.

Attività polizia locale di Como

Nel periodo in questione nel controllo del territorio del comune di Como sono stati impegnati 183 operatori di pronto intervento della Polizia Locale, con una media di 8 pattuglie al giorno. In questo periodo sono state 186 le operazioni di gestione della circolazione stradale tra le quali la regolamentazione del traffico e l’assistenza per le riprese cinematografiche in città del film Murder Mistery, con Jennifer Aniston e Adam Sandler, e l’intervento per la gestione dell’intenso traffico nella piana di Lazzago a seguito della riapertura della dogana commerciale dopo la festa dell’1 agosto in Svizzera.

I controlli

Tra le attività compiute dagli agenti della Polizia Locale, da segnalare 11 posti di controllo nei quali sono stati effettuati accertamenti su 332 veicoli e 95 persone. Nel mese di agosto continuano i controlli ai cantieri stradali per la verifica dell’osservanza delle prescrizioni da parte delle società incaricate della manomissione del manto stradale contenute nelle relative ordinanze e autorizzazione ai lavori. Durante i controlli è stato possibile, anche con l’aiuto di personale della locale Questura e dopo un inseguimento per le vie della città, procedere all’arresto di una persona che poco prima in via Italia Libera all’intersezione con via Roosevelt aveva rubato un motoveicolo di grossa cilindrata.

Il 31 luglio operatori dell’unità interventi sul territorio sono intervenuti in ausilio ai Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza la viabilità di via Bellinzona dopo che un veicolo belga aveva preso fuoco per un guasto al motore. Nel periodo in esame gli operatori di Polizia Locale hanno compiuto i rilievi di 15 incidenti stradali 8 dei quali con feriti.

Le multe

Sono stati redatti 256 avvisi di violazione per sosta vietata e contestati 113 verbali per violazioni alle norme di comportamento della circolazione stradale. Sono sempre l’uso del cellulare durante la guida e il mancato uso dei sistemi di ritenuta (29 in totale) le due infrazioni risultate più frequenti. Gli agenti di Polizia locale durante i loro controlli hanno sospeso dalla circolazione 9 veicoli per mancanza della revisione, sequestrato 9 veicoli per mancata copertura assicurativa, rimossi 24 veicoli perché intralciavano la circolazione. I controlli per la verifica del rispetto dei regolamenti comunali (compresa l’ordinanza sindacale 32/2018, quella relativa al divieto di alcol e bottiglie di vetro nei parchi pubblici) sono stati 21 e hanno portato a contestare 10 violazioni, nessuna riferita però all’ordinanza sindacale 32/2018. I controlli di natura commerciale effettuati dal personale delle unità specialistiche della tutela del cittadino e attività produttive sono stati 57, in 9 casi gli agenti hanno proceduto al sequestro di merce per commercio abusivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como e la Lombardia da domenica volano in zona arancione, riaprono tutti negozi

Torna su
QuiComo è in caricamento