rotate-mobile
Cronaca Rovello Porro / Strada Provinciale 31

Incidente sulla Provinciale, morto motociclista di 31 anni: il corpo lasciato in strada per 4 ore

Questo è accaduto per un cavillo burocratico: non si sapeva di chi fosse la competenza su quel tratto di strada, se della provincia di Varese, di Monza o di Como

Un tragico incidente ieri 7 luglio sulla Sp31bis tra Saronno (provincia di Varese), Rovello Porro (provincia di Como) e Ceriano Laghetto (provincia di Monza e Brianza) dove è deceduto un ragazzo di 31 anni. Il giovane era a bordo della sua moto e si è scontrato (le dinamiche sono al vaglio degli organi competenti) con un'auto. L'impatto è stato fatale per il motociclista che è morto sul posto. Erano circa le 13 ma la salma è stata spostata solo alle 17, è rimasta per oltre quattro ore in strada, davanti ai famigliari (nel frattempo accorsi) distrutti dal dolore. Il motivo? Non si sapeva di chi fosse la competenza su quel tratto di strada, se della provincia di Varese, di Milano o di Como. I soccorsi del 118 erano arrivati sul posto tempestivamente e non avevano potuto far altro che constatare il decesso del 30enne, ma poi per questo cavillo burocratico, ci sono volute ore per portare via il cadavere del 30enne dalla strada provinciale che è rimasta bloccata per ore. A parlare della vicenda è stato anche Francesco Facchinetti, amico del fratello della vittima, sconvolto dalla notizia e da come è stata gestita la faccenda: "Siamo al tempo delle bestie" ha detto nelle sue storie di Instagram visibilmente commosso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sulla Provinciale, morto motociclista di 31 anni: il corpo lasciato in strada per 4 ore

QuiComo è in caricamento