Incendi, a Veleso ordinanza del sindaco per sgomberare le case. A Como fumo e odore da Tavernerio

Canadair ed elicotteri in azione dall'alba

Incendio a Veleso

L'incendio di Veleso continua a propagarsi e l'attività incessante dei vigili del fuoco e dei canadair che gettano acqua dall'alto non è ancora riuscita a garantire la sicurezza dell'area e a domare completamente le fiamme. Il sindaco di Veleso, Livia Cioffi, ha dovuto firmare un'ordinanza per intimare lo sgombero di numerose abitazioni in diverse frazioni del paese.

Nella notte i canadair a Veleso, e gli elicotteri a Tavernerio hanno dovuto cessare l'attività per riprenderla solo con le prime luci dell'alba. A causa del vento e dell'impossibilità di estinguere il rogo il fumo e il cattivo odore causati dall'incendio sopra i monti che sovrastano Tavernerio sono giunti fino a Como. Numerose le segnalazioni dei lettori che hanno notato fin dalle 6.20 nuvole dense di fumo e il caratteristico odore provocato dai boschi che stanno bruciando.

Nella mattinana di domenica 29 ottobre 2017 l'incendio di Veleso si è propagato su diversi fronti, mettendo a dura prova l'impegno dei numerosi vigili del fuoco intervenuti per domare le fiamme. Sono stati effettuati due interventi di salvataggio di escursionisti (tra loro anche un bambino) e sono state presidiate le case che rischiano di essere toccate dall'incendio. Per questo motivo sono state evacuate diverse frazioni di Veleso.

Diverse le famiglie che hanno dovuto abbandonare la propria abitazione. I pompieri, però, stanno lavorando senza sosta per bonificare i terreni intorno alle case, bagnando la vegetazione e i tetti delle abitazioni. Purtroppo le condizioni meteo non aiutano il lavoro dei pompieri. Vento e caldo favoriscono il propagarsi delle fiamme. Dalla Germania e dalla Svizzera sono arrivati due aerei canadair per gettare acqua sull'incendio dall'alto.

Un principio di incendio è stato segnalato anche a Orimento, in Val d'Intelvi. Per fortuna il repentino intervento dei vigili del fuoco ha scongiurato che l'incendio potesse propagarsi causando danni ben maggiori di quelli che, per fortuna, ha in effetti causato. Diversi i cittadini con baite e terreni nella zona che si sono allarmati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento