Canile della Valbasca, dopo l'incendio appello del sindaco ai comaschi: "Aiutiamo la raccolta fondi"

Sopralluogo di Landriscina: dal Comune la disponibilità a partecipare con un contributo straordinario

Il sindaco Landriscina con il responsabile del canile Marelli

Il sindaco di Como Mario Landriscina lancia un appello ai comaschi per sostenere il canile della Valbasca, dopo il grave incendio che nella notte di martedì 7 agosto 2018 ha causato gravi danni ai capannoni e la morte di 5 cani.

Nel pomeriggio di martedì 14 agosto Landriscina è stato al canile di Valbasca per fare il punto della situazione insieme al suo responsabile e presidente dell'Enpa Como, Marco Marelli.

A questo proposito, la giunta comunale ha espresso disponibilità a partecipare alla raccolta fondi con un contributo straordinario. «Visto il grave danno subito e a fronte della morte di alcuni animali - ha detto il sindaco - come amministrazione ci impegniamo sia dal punto di vista economico sia da quello delle facilitazioni possibili, per risollevare questa realtà che opera sul nostro territorio intervenendo su diverse emergenze e contribuendo in modo sostanziale alla salvaguardia degli animali. Ci rivolgiamo agli appassionati cinofili e a tutta la cittadinanza -ha proseguito- perché ciascuno, per le proprie possibilità, consideri di partecipare alle iniziative a favore del canile.

E' questa anche una buona occasione di ricordare il valore del volontariato, anche in queste forme che si prendono cura dei nostri amici e compagni di vita a quattro zampe. In questo momento - ha continuato il primo cittadino- ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito con varie modalità, comprese le persone che si sono rese disponibili con affidi temporanei e adozioni, e i canili di altre città che ci stanno aiutando. Ancora oggi purtroppo registriamo ulteriori casi di abbandono a livello provinciale: a maggior ragione -ha concluso il sindaco -mi sento di richiamare ad un maggiore senso di responsabilità e rispetto per gli animali».

Nelle ore immediatamente successive all'incendio, era scattato l'appello dei volontari subito raccolto da tanti comaschi.

Marco Marelli ha ricordato che la struttura dovrà restare chiusa per un periodo di tempo importante prima di poter riprendere l'attività ordinaria. La difficolta ulteriore deriva dalla previsione di ampliamento della struttura per riuscire a dotare Como anche di un gattile: l'emergenza costringe a rimandare il progetto.

Come aiutare il canile

Per quanto riguarda gli aiuti, sono arrivati coperte e cibo secco in abbondanza, mentre servirebbero ancora alimenti umidi e antibiotici (Amoxicillina + acido clavulanico).

Si ricorda l'iban per poter supportare la ricostruzione: IT 42 A 05216 10900 000000099587 con intestazione E.N.P.A. Sez. Prov.le di Como e causale: contributo per il canile di Valbasca

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, tragedia all'alba: ragazzo trovato in fin di vita sulla strada muore in ospedale

  • Il colosso Zara apre a Como for&from: commessi disabili per un negozio senza barriere

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Criminale sfortunato, va a processo per evasione ma due vigili lo riconsocono anche per un altro reato

  • Comasco arrestato a Erba: il suo appartamento a Madonna di Campiglio era un centro di spaccio per turisti

Torna su
QuiComo è in caricamento