In provincia lotta ai piccioni con i "robot"

L'amministrazione provinciale combatte i piccioni con i "robot", cioè finti piccioni con le ali motorizzate. Si tratta in poche parole di una trappola: gli uccelli vengono attirati dalla presenza dei loro simili convinti che quello possa essere...

piccioni-robot-dterminaL'amministrazione provinciale combatte i piccioni con i "robot", cioè finti piccioni con le ali motorizzate. Si tratta in poche parole di una trappola: gli uccelli vengono attirati dalla presenza dei loro simili convinti che quello possa essere magari un terreno ricco di cibo, invece ad attenderli c'è la canna di un fucile. Infatti, questo metodo viene adottato nei cosiddetti ambiti territoriali di caccia della zona canturina e ogliatese.

La Provincia di Como ha acquistato negli ultimi mesi (prima a maggio poi a giugno) una fornitura di 9 piccioni terraioli posati (vale a dire riproduzioni statiche dei comuni piccioni detti torraioli o urbani) più altri 9 piccioni torraioli in fase di atterraggio con le ali che ruotano davvero grazie a un motorino che funziona con una batteria a basso voltaggio. Nel video (in questo caso è stato riprodotto un colombaccio) si può vedere il funzionamento.

Come scritto nelle determine dirigenziali del 13 maggio e del 24 giugno con cui si dà via libera all'acquisto dei finti uccelli, la politica di abbattimento dei piccioni deriva dall'"entità dei danni causati delle popolazioni di piccione torraiolo alle colture presenti sul territorio provinciale" e si ritiene "economicamente vantaggioso porre in atto con tempestività, in particolare nei territori degli ATC Canturino e Olgiatese, una serie di interventi preventivi tramite attività dissuasive e di abbattimento dei capi".

Si parla di

Video popolari

In provincia lotta ai piccioni con i "robot"

QuiComo è in caricamento