Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Immaginiamo per un attimo di tagliare l'assurdo bosco che fagocita piazza Cavour

Passeggiando stamattina con un "comasco doc", amico personale e vecchia conoscenza della città che però preferisce il cosiddetto "low profile" sulla propria identità, una volta giunti in piazza Cavour ha pronunciato una sorta di sentenza...

sdr-148

Passeggiando stamattina con un "comasco doc", amico personale e vecchia conoscenza della città che però preferisce il cosiddetto "low profile" sulla propria identità, una volta giunti in piazza Cavour ha pronunciato una sorta di sentenza sull'aspetto di questo luogo simbolo: "Eppure, se c'era una piazza da sistemare sul serio era piazza Cavour. Ma la vedi? Dimmi tu che senso ha avere un bosco folto, disordinato, senza un senso e un minimo di geometria nel più bell'affaccio della città sul lago. Gli alberi sono più alti dei palazzi, coprono la vista, andrebbero bene in una foresta ma non in piazza Cavour, non esiste una giungla davanti al lago". Concetti personali, ovviamente, ma che riportiamo perché - oltre che essere supportati in gran parte dalla fotogallery in alto - si prestano a una riflessione non banale: il verde pubblico e nello specifico quello proliferato effettivamente in maniera poco comprensibile in piazza Cavour tra cespuglioni assortiti, enormi tronchi e chiome obese, asimmetrie e sostanziale anarchia persino rispetto alla sacra vista sulle acque (e sul monumento di Daniel Libeskind, volendo), migliora a prescindere un luogo, quel luogo? O è immaginabile il sacrificio del "Dio-pianta" per un fine superiore? In piazza Verdi, davanti al Teatro Sociale, il vecchio cedro venne abbattuto tra polemiche sanguinose, salvo poi consegnare uno spazio pubblico giudicato migliorato a larghissima maggioranza. Piazza Cavour resterà tabù per sempre, in omaggio all'assurdo bosco che la ricopre?

redazione@comozero.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immaginiamo per un attimo di tagliare l'assurdo bosco che fagocita piazza Cavour

QuiComo è in caricamento