Cronaca

Il vescovo, omelia per il nuovo anno dedicata ai senzatetto

Il vescovo di Como, Diego Coletti, ha dedicato molta parte della sua omelia, pronunciata durante il Te Deum della sera del 31 dicembre, ai senzatetto di Como. "Sapete quanti sono gli “esclusi” nella nostra città di Como? - ha detto monsignor...

vescovo-coletti

Il vescovo di Como, Diego Coletti, ha dedicato molta parte della sua omelia, pronunciata durante il Te Deum della sera del 31 dicembre, ai senzatetto di Como. "Sapete quanti sono gli "esclusi" nella nostra città di Como? - ha detto monsignor Coletti - Mi sono documentato da chi segue il fenomeno dei senza fissa dimora. Ci sono giovani volontari, collaboratori della caritas e anche qualche prete che, di notte o al mattino presto, girano la città a portare coperte e bevande calde. Non si tratta quindi di cifre inventate o di proiezioni statistiche, ma di volti incontrati e di esperienze dirette. Ho trovato delle cifre impressionanti, se solo si pensa alle situazioni personali di emarginazione e di sofferenza che stanno dietro a ciascuna unità. E voglio essere così scortese da rischiare di rovinarvi la cena di capodanno, i botti e i lustrini, dicendo che solo in Como e dintorni abbiamo 140 persone ospiti dei tre dormitori: quello dell'Ozanam, quello annuale della Caritas e quello invernale che la Caritas ha allestito nel Centro Cardinal Ferrari in via Sirtori. Aggiungete a questi 140 una cinquantina di persone che ancora dormono in case abbandonate, nell'atrio della Stazione, in mezzo alle macerie dell'ex Ticosa, sotto i portici della basilica del Crocifisso o dell'ex Chiesa di san Francesco. E non basta: nelle strutture comunali di Prestino sono ospitati un centinaio di minorenni, che raggiunta la maggiore età andranno ad aumentare il numero dei senza fissa dimora, vagando in città. La parrocchia di Rebbio offre una prima accoglienza ad altre venticinque persone".

Qui il testo integrale dell'omelia letta durante la messa in Duomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vescovo, omelia per il nuovo anno dedicata ai senzatetto

QuiComo è in caricamento