Il sindaco: "Di questo passo la situazione sarà presto ingestibile"

Non si vedono reali soluzioni al'orizzonte per porre fine alla situazione della stazione San Giovanni di Como. Il sindaco Mario Lucini teme, anzi, che il problema possa peggiorare a breve e diventare ingestibile se il Governo italiano (e non...

 

Non si vedono reali soluzioni al'orizzonte per porre fine alla situazione della stazione San Giovanni di Como. Il sindaco Mario Lucini teme, anzi, che il problema possa peggiorare a breve e diventare ingestibile se il Governo italiano (e non solo) non interverrà con misure significativamente efficaci. "Per ora stiamo andando avanti grazie al contributo di associazioni e volontari che hanno risposto alla richiesta di aiuti" ha commentato Lucini, affermando, tra l'altro, che a fine agosto il problema potrebbe peggiorare poiché alcune strutture, come il Collegio Gallio o gli oratori che adesso ospitano alcuni migranti, verranno riaperte al pubblico dopo la pausa estiva. "Il numero di migranti presenti in stazione cambia ogni giorno - ha spiegato - ma è sostanzialmente in crescita. Poche settimane fa erano un centinaio ora so che in tutto ieri sono stati distribuiti circa 500 pasti. Di questo passo la situazione non può che peggiorare e rischia di diventare ingestibile".

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento