menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
senatore-butti

senatore-butti

Il ritorno di Alessio Butti, due anni dopo (e due anni prima)

"Ci vedremo lì". Punto. Impossibile sapere altro. Ma che il ritorno sulla scena pubblica, dopo almeno due anni di silenzio pressoché assoluto, sia in qualche modo una notizia politica è un dato di fatto. Protagonista è l'ex deputato e senatore e...

"Ci vedremo lì". Punto. Impossibile sapere altro. Ma che il ritorno sulla scena pubblica, dopo almeno due anni di silenzio pressoché assoluto, sia in qualche modo una notizia politica è un dato di fatto. Protagonista è l'ex deputato e senatore e tuttora dirigente nazionale di Fratelli d'Italia, Alessio Butti. L'occasione per il ritorno a un evento pubblico in città, dopo la mancata rielezione parlamentare nel 2013 quando il partito non superò la soglia di sbarramento e dopo essersi defilato da ogni ogni appuntamento simile, è un convegno promosso dall'associazione "COstruiaMO" presieduta da Luca Levrini e intitolato "Como stai?". Si terrà il 28 aprile prossimo al Casino Sociale e il tema dell'incontro - al quale parteciperà anche l'ex sindaco di Como Sergio Simone - sarà il momento attuale della città, tra presente passato e futuro. Ma è inutile negare che la curiosità maggiore riguarda proprio Butti: preludio a un ritorno sulla scena cittadina, all'anti-vigilia delle prossime elezioni comunali?

Al momento anche nella cerchia dei più vicini all'ex senatore l'ipotesi viene sostanzialmente esclusa. Così come è impossibile - se non a costo di fragorose risate - ottenere dal diretto interessato una conferma in tal senso. Di sicuro, però, a dispetto della vocazione culturale dell'associazione promotrice, difficile intedere come neutro l'appuntamento del prossimo martedì, essendo proprio il quadro politico-economico-sociale, a grandi linee, il tema del dibattito. Non guasta, inoltre, la suggestione dell'invito partito all'ex senatore da Luca Levrini, professionista molto noto in città, ma soprattutto tra i nomi che vennero ufficialmente indicati nella campagna elettorale del 2012 come assessore esterno nel caso in cui avesse vinto Laura Bordoli. I numeri hanno poi spazzato via l'ipotesi, tra una settimana è probabile che - comunque - ne possano fiorire altre. Un ritorno del genere, due anni dopo (e due anni prima del voto), lo permette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento