Cronaca

Il pianto di Bizzozero, le pile in regalo dagli amici amministratori e una notizia di politica

Esiste una politica ancora molto umana, talvolta, pure in provincia di Como. Persino se si tratta dell'ultrà della polemica nonché sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero. Il quale, pur sottolineando che "la mia salute fisica è perfetta (toccando...

Il pianto di Bizzozero, le pile in regalo dagli amici amministratori e una notizia di politica

Esiste una politica ancora molto umana, talvolta, pure in provincia di Como. Persino se si tratta dell'ultrà della polemica nonché sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero. Il quale, pur sottolineando che "la mia salute fisica è perfetta (toccando ferro)", l'altro giorno ha raccontato "di avere le pile completamente scariche", tanto da "vedere tutto nero". Episodio culmine dello stress del primo cittadino di Cantù, le lacrime sgorgate copiose dai suoi occhi qualche giorno fa di fronte a "una coppia di sessantenni che mi avevano chiesto un incontro nella speranza che il sindaco potesse risolvere il problema del loro imminente sfratto esecutivo". Il senso di impotenza, ha spiegato Bizzozero, il ripetersi di casi così dolorosi da gestire in qualità di sindaco, "il senso di frustrazione per non poter far niente per le tante persone che mancano di tutto", gli hanno "risucchiato e fagocitato anima e corpo, divenendo per me un chiodo fisso, un pensiero costante che non mi abbandonava mai neppure nella vita privata". Un cumulo di pesi fisici, morali e mentali che hanno determinato il pianto del sindaco e la scelta di defilarsi per qualche tempo dai riflettori ("spero che questi mesi di luglio e agosto possano bastare", ha spiegato).

bizzozero-pile-2In questo quadro, "sinceramente preoccupati per lo stato di saluto del loro leader", il gruppo di amministratori pubblici di Provincia Civica, riunitisi ieri sera al Centro Civico di Grandate, hanno simpaticamente donato 2 pile ricaricabili al Sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero con i migliori auguri in vista delle nuove importanti sfide per la politica locale, regionale e nazionale. Sindaci, assessori e consiglieri comunali ospiti del gruppo consiliare di "Grandate il mio paese" guidato da Dario Lucca hanno gettato le basi per l'imminente costituzione di un movimento politico attraverso la federazione di più liste civiche con un folto gruppo di docenti universitari impegnati nello studio di un'autentica autonomia federale e fiscale.

Oltre al sindaco di Cantù, alla riunione erano presenti i sindaci di Luisago, Adelio Frigerio; di Cassina Rizzardi, Paolo De Cecchi; di Castiglione d'Intelvi, Carlo Gelpi; di Fino Mornasco, Giuseppe Napoli; di Laglio, Roberto Pozzi; di Capiago Intimiano, Sandro Vergani; l'Assessore di Bregnano, Angelo Dubini; il consigliere comunale di Cermenate, Alessia Piva; l'assessore di Vertemate con Minoprio, Giuliano Aleo; il consigliere provinciale Emanuele Mambretti e il vicesindaco e il consigliere comunale di Luisago, Fausto Frigerio e Luciano Scapolo.

Umana vicinanza tra amministratori unita a politica locale: binomio inedito, almeno per il primo aspetto già sicuramente vincente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pianto di Bizzozero, le pile in regalo dagli amici amministratori e una notizia di politica

QuiComo è in caricamento