Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Il drammatico documento dei vigili del fuoco che tocca ogni comasco

Ribolle il fronte sindacale dei vigili del fuoco. E questa volta tutte le sigle del ramo funzione pubblica e pubblica amministrazione si sono unite in un documento che denuncia l'insostenibile situazione del Corpo in provincia di Como. Cgil, Cisl...

Vigili del fuoco e tecnici comunali per un tetto pericolante in centro storico a Como

Ribolle il fronte sindacale dei vigili del fuoco. E questa volta tutte le sigle del ramo funzione pubblica e pubblica amministrazione si sono unite in un documento che denuncia l'insostenibile situazione del Corpo in provincia di Como. Cgil, Cisl, Uil, Confsal e Usb sottolineano ancora una volta "la grave situazione che sta vivendo da diversi anni il Comando di Como". Uno stato di cose che "si aggrava sempre più, nonostante la buona volontà del personale nel far funzionare al meglio le cose.

A sostegno dell'allarme vengono ribaditi alcuni problemi ormai storici e radicati, tra i quali "lo sfratto esecutivo" che grava sul distaccamento di Cantù che "dovrà essere abbandonato dal prossimo prima marzo". Un ostacolo all'attività a cui, per forza di cose, seguirà il dislocamento dei mezzi nella sede centrale "visto che al momento non esistono altre sedi idonee sostenibili". Puro problema logistico, dunque? Per niente, come sottolineano i sindacati: "Questo causerà l'allungamento dei tempi di intervento a danno dei cittadini e creerà notevoli disagi al personale volontario".

Peraltro - nonostante questa promessa della presidente della Provincia, Maria Rita Livio - i vigili del fuoco rimarcano come anche "la sede centrale ha avuto nel mese di dicembre lo sfratto" da Villa Saporiti.

Vi è poi, forte, il tema delle ristrettezze economiche con cui deve convivere il Corpo. "Mancano le risorse economiche per sistemare i mezzi (anche nuovi) per migliroare sia la sicurezza dei lavoratori, che per poter soccorrere al meglio la cittadinanza. Oltretutto, siamo al paradosso che nel distaccamento di Cantù c'è personale volontario ma non ci sono i mezzi per usufruirne in caso di necessità", a parte un paio di eccezioni. Consueta - e potete constatarlo nel comunicato integrale allegato in fondo all'articolo - la carenza di personale.

Inevitabile la conclusione: "Consci della situazione in cui versa il Corpo, vogliamo comunque ribadire che la situazione del Comando di Como è la più urgente e drammatica della Lombardia e necessita di un intervento risolutivo immediato".

Arriverà? Qui il comunicato ufficiale dei sindacati.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il drammatico documento dei vigili del fuoco che tocca ogni comasco

QuiComo è in caricamento