menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere Cenetiempo: "Parcheggio blu tra Porta Torre e Torre San Vitale"

Il consigliere Cenetiempo: "Parcheggio blu tra Porta Torre e Torre San Vitale"

Il consigliere Cenetiempo: "Parcheggio blu tra Porta Torre e Torre San Vitale"

Ha suscitato un vespaio di commenti e repliche l'articolo (ma soprattutto le foto ad esso collegate) sulle decine e decine di auto parcheggiate ogni giorno (dietro permesso di 20 euro annui per 10 minuti massimi di sosta) tra Porta Torre e Torre...

Ha suscitato un vespaio di commenti e repliche l'articolo (ma soprattutto le foto ad esso collegate) sulle decine e decine di auto parcheggiate ogni giorno (dietro permesso di 20 euro annui per 10 minuti massimi di sosta) tra Porta Torre e Torre San Vitale. Un dibattito molto accalorato e diviso tra chi (generalmente genitori che portano i figli alla vicina scuola della Canossiane) sostiene l'eccezionalità e la limitatezza dell'utilizzo a posteggio dell'area e chi, invece, reputa scandaloso quell'impiego di suolo pubblico pregiato a beneficio di un istituto privato. Ebbene, oggi a prendere posizione è anche un consigliere comunale, Enrico Cenetiempo (Ncd), peraltro ottimo conoscitore diretto della situazione lavorando nella vicina piazza San Fedele. Ebbene, Cenetiempo, in qualche modo "osa l'inosabile". E propone di tornare a utilizzare l'area in questione come parcheggio pubblico a pagamento in tutti i giorni senza mercato, come accadeva fino a 15-20 anni fa. Un'ipotesi che - politicamente - rappresenta un po' una sorta di "guerra dei mondi" se si pensa che la giunta di centrosinistra sta proponendo in questi anni il costante aumento della zona a traffico limitato del centro. Ma, nello stesso tempo, Cenetiempo prende spunto proprio dall'ipotesi studiata dall'esecutivo fino a pochi giorni fa per un autosilo in parte interrato in viale Varese.

enrico-cenetiempo"E' vero che questa giunta sta allargando la Ztl, cosa su cui personalmente non concordo fino in fondo perché il parcheggio di piazza Roma andava assolutamente lasciato - premette il consigliere d'opposizione - Ma se poi gli assessori Gerosa e Spallino, assieme al sindaco Lucini, si battono per realizzare un nuovo autosilo sotto le mura di viale Varese, allora deduco che non esista il tabù assoluto dei parcheggi vicini al centro. E allora, piuttosto che una faraonica e costosa opera che mette a soqquadro viale Varese. sarebbe molto meglio utilizzare spazi già esistenti e sfruttabili".

Il riferimento, ovviamente, è proprio all'area tra Porta Torre e Torre San Vitale. "Ogni pomeriggio quel tratto viene già occupato dalle auto dei genitori con i figli a scuola - afferma il consigliere - Ma allora perché non estendere il beneficio a tutti? Senza nemmeno tracciare le strisce blu al suolo, basterebbe un addetto di Csu per regolare la sosta a pagamento. Ne beneficerebbero i commercianti del centro e penso ancora di più quelli del Mercato Coperto, oltre a tutti coloro che devono raggiungere il Tribunale, il Comune o comunque il centro". Sul fatto che da un punto di vista architettonico e ambientale l'impatto di centinaia di auto sotto le mura sia un boccone apparentemente indigesto per molti, Cenetiempo ribatte: "Il mercato non mi pare che sia un gioiello di architettura con i suoi furgoni, eppure sosta sotto le mura 3 giorni alla settimana e poi al pomeriggio arrivano le auto dei genitori per prendere i figli a scuola. Quindi sono falsi problemi: la verità è che di posti auto a rotazione il centro e il commercio avrebbero estremo bisogno, ma la giunta ragiona in maniera ideologica e quindi dice no a priori. Con un risultato: spingere i comaschi verso i grandi posteggi dei centri commerciali esterni, questa è la verità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como: "Bambini silenzio, a mensa non si parla o prendete la nota"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento