menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Caso D'Alema e tangenti a Ischia: alla stessa coop l'appalto comunale da 36 milioni

Caso D'Alema e tangenti a Ischia: alla stessa coop l'appalto comunale da 36 milioni

Il Comune porta in Tribunale un ex dirigente per 34mila euro di affitti non pagati

Il Comune di Como porta in Tribunale un suo ex dirigente per 34mila euro di affitti che non risultano pagati relativi a una casa comunale in via Balestra. La vicenda è confermata dall'assessore al Patrimonio, Marcello Iantorno: "Abbiamo inviato...

Il Comune di Como porta in Tribunale un suo ex dirigente per 34mila euro di affitti che non risultano pagati relativi a una casa comunale in via Balestra. La vicenda è confermata dall'assessore al Patrimonio, Marcello Iantorno: "Abbiamo inviato diverse comunicazioni all'interessato per sollecitare i pagamenti ma sono rimaste tutte senza risposta. A questo punto era inevitabile procedere". La vicenda affonda le radici addirittura alla fine del 1990, quando Palazzo Cernezzi concesse in locazione al dirigente un appartamento di proprietà in via Balestra con un contratto di 4 anni rinnovabili e un canone annuo d'affitto pari 2 milioni e 197mila lire (poco più di mille euro attuali). Nonostante l'immobile sia stato rilasciato tempo fa spontaneamente dall'ex dirigente comunale andato in pensione una dozzina di anni fa (non ne pubblichiamo il nome per rispetto della privacy, come accade sempre in caso di singoli privati cittadini, ndr), dalla ricognizione sulle morosità è appunto emerso un mancato introito di oltre 34mila euro complessivi. "A nulla sono valsi i tentativi del Comune di Como di risolvere bonariamente la vertenza - aggiunge Iantorno - e a questo punto non potevamo fare altro che dare mandato all'avvocatura per recuperare il credito per vie legali". Saranno dunque i giudici a stabilire chi ha ragione tra le parti.

stadio-sinigaglia-5ago15-1Sempre in tema di morosità, nella seduta di giunta di mercoledì scorso lo stesso assessore al Patrimonio ha presentato a sindaco e colleghi la proposta avanzata dal Calcio Como per una dilazione sui pagamenti mensili del proprio canone d'affitto per i locali allo Stadio Sinigaglia (30mila euro annui circa, ndr) e anche per il saldo di alcuni arretrati ereditati dalla precedente gestione societaria. "Entro il 20 aprile prossimo - ha commentato al proposito Iantorno - è stato garantito dalla società che gli arretrati saranno saldati. Poi procederemo con il nuovo contratto che sarà anche arricchito prevedendo interventi anche per la riqualificazione degli spazi interni al Sinigaglia, di alcuni locali oltre alla manutenzione degli infissi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como, chiuso il supermercato Lidl in via Cecilio

social

Torna il ristorante Dinner in the Sky sul lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento