Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Il Comune multa il prete per la preghiera del 4 novembre: a Castiglione è lite tra parroco e sindaco

La vicenda ricorda un po' la storia di Don Camillo e Peppone. Una storia di odio e amore, anche se in questo caso di amore sembra essercene veramente poco. Il prete si chiama don Giovanni Meroni, il sindaco Carlo Gelpi. Sfondo alla vicenda è il...

20151120_021223

IMG-20151124-WA0006La vicenda ricorda un po' la storia di Don Camillo e Peppone. Una storia di odio e amore, anche se in questo caso di amore sembra essercene veramente poco. Il prete si chiama don Giovanni Meroni, il sindaco Carlo Gelpi. Sfondo alla vicenda è il paese di Castiglioni d'Intelvi, piccolo Comune in una valle della provincia di Como. E' l'8 novembre quando il parroco, dopo aver celebrato messa, si dirige al cippo dei caduti per ricordare i morti del 4 novembre, ricorrenza nazionale delle Forze Armate, nonché Giorno dell'Unità d'Italia. Una celebrazione per così dire "in differita" visto che come ha spiegato don Meroni "il 4 novembre cade quasi sempre in un giorno feriale quindi negli ultimi anni ho celebrato la messa e ricordato i caduti insieme ai fedeli il fine settimana successivo". Passano quindici giorni e il prete si vede recapitare a casa una raccomandata. Dentro c'è una sorpresa: una multa da 54 euro. Motivo? Non aveva l'autorizzazione per l'occupazione del suolo pubblico quando si è ritrovato insieme ai fedeli davanti al cippo.

Ora il caso è passato nelle mani degli avvocati della curia. Il parroco non intende dare così facilmente soddisfazione al sindaco Gelpi. Tra loro non corre buon sangue. Troppi dissapori pregressi. Il primo cittadino non intende chiudere un occhio e ha spiegato che si tratta di una questione di legalità e di sicurezza e che un sacerdote dovrebbe essere il primo a rispettare le regole. Secondo il sindaco, poi, al parroco non sarebbe andata giù quella volta in cui è stato chiamato un altro prete a celebrare la messa del 4 novembre poiché don Meroni non poteva essere presente. Ma a sentire il sacerdote "per motivi di organizzazione in tutti i paesi di cui sono parroco ricordiamo quella ricorrenza alcuni giorni dopo. Quest'anno il 4 novembre, tra l'altro, mi trovavo ad assistere una carissima suora che poi è scomparsa".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune multa il prete per la preghiera del 4 novembre: a Castiglione è lite tra parroco e sindaco

QuiComo è in caricamento