Il Comune ferma i lavori per l'hotel in via Manzoni. Ispezioni negli alloggi per le lesioni

E' stato sospeso con un provvedimento del Comune di Como il cantiere per la costruzione di un nuovo albergo in via Manzoni, esattamente nell'area accanto al palazzo che è stato evacuato ieri sera per il comparire di grosse lesioni a pareti e...

comune como sale

E' stato sospeso con un provvedimento del Comune di Como il cantiere per la costruzione di un nuovo albergo in via Manzoni, esattamente nell'area accanto al palazzo che è stato evacuato ieri sera per il comparire di grosse lesioni a pareti e pavimenti negli alloggi. La sospensione dell'intervento è stata logicamente presa per motivi precauzionali, in attesa che venga stabilito con esattezza l'eventuale collegamento tra le fessurazioni nel condominio e il cantiere adiacente. A dire il vero, però, già ieri sera l'impresa stessa che sta conducendo i lavori aveva avuto dalla proprietà l'ordine di stoppare l'intervento. Poco fa, come detto, è poi arrivato un provvedimento formale da parte dell'amministrazione comunale, che non conduce l'intervento ma a cui risale ovviamente il via libera.

Nel frattempo, come già annunciato, si è concluso a Palazzo Cernezzi il primo vertice tra tutte le parti interessati (condominio, rappresentanti dell'azienda per l'hotel, amministrazione, vigili del fuoco). Un incontro che è servito essenzialmente per esporre reciprocamente le proprie valutazioni sull'accaduto. Nel tardo pomeriggio è previsto un nuovo faccia a faccia che determinerà se le famiglie a tuttora ancora evacuate potranno tornare nelle case oppure no. Si stanno vagliando tre ipotesi: prolungare l'evacuazione fino a domani per condurre tutte le indagini possibili, così da scongiurare qualsiasi rischio; permettere un eventuale rientro parziale delle famiglie, limitatamente agli appartamenti meno o per nulla danneggiati; il rientro di tutte le persone fuori casa da ieri. Impossibile, al momento, fare previsioni o dare percentuali sulle 3 scelte in campo.

manzoni-lucini-1A firmare il provvedimento - qualsiasi esso sia - sarà comunque il sindaco di Como, Mario Lucini. Nel frattempo, in queste ore sono in corso i sopralluoghi dei condomini assieme ai vigili del fuoco negli alloggi, così da constatare di persona la situazione di pareti e pavimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Katia Ricciarelli: "Il mio compleanno in solitudine sul lago di Como"

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • In centro Como è aperto solo Alberto: "Forse gli altri non stanno così male"

Torna su
QuiComo è in caricamento