Cronaca Via Alessandro Volta, 50

Ignazio Coccia nuovo prefetto di Como: "Priorità alla sicurezza in un gioco di squadra"

Si è insediato ufficialmente lunedì 23 luglio negli uffici di via Volta

Il nuovo prefetto di Como Ignazio Coccia

Si è insediato ufficialmente lunedì 23 luglio 2018 il nuovo Prefetto di Como, Ignazio Coccia, che prende il posto di Bruno Corda.

Nel palazzo di via Volta, sede della Prefettura, Coccia si è presentato alla stampa locale: "E' il mio primo giorno da prefetto - ha spiegato- fino a ieri ero questore di Bologna. Vengo dai ranghi della Polizia di Stato, un cambiamento notevole anche se non sono l'unico perchè nell'ultima tornata di nomine altri quattro esponenti della Polizia sono stati nominati prefetti o hanno avuto una sede.

Confido di portare il mio bagaglio professionale anche in questa nuova esperienza. Ho la mia esperienza su ordine e sicurezza pubblica, sono stato tanti anni a Milano, come capo di Gabinetto nella Digos, a Roma ho diretto l'antiterrorismo nella polizia, poi sono tornato e sono stato questore a Padova e poi a Bologna.

Porto con me un'esperienza maturata in quasi 38 anni di polizia -prosegue Coccia- è il primo giorno che non sono più poliziotto, non è una cosa facile da digerire dopo una vita".

Nato a Chieti il 30 settembre del 1955, napoletano di adozione, Coccia lascia dunque l’incarico di questore di Bologna, ricoperto dal’aprile del 2015 e subentra a Corda, nominato vice capo dipartimento del Dipartimento per le libertà civili e immigrazione a Roma.

Coccia ha poi parlato dei suoi rapporti con la stampa: "Quando ero a Milano ho retto il settore informazione e so quanto sia fondamentale una notizia chiara, semplice ed esaustiva. Spero di trovarmi bene qui - ha auspicato- e di continuare la tradizione dei prefetti che sono stati a Como".

Video intervista al nuovo prefetto di Como

E su Como ha detto: "E' una bella città, una bella realtà e questo porta a un impegno maggiore, sprone maggiore per fare un buon lavoro che deve coinvolgere più attori, soprattutto nel settore sicurezza dove deve esserci gioco di squadra. Mi sembrerebbe presuntuoso al primo giorno di insediamento stilare un decalogo di priorità e irrispettoso verso chi mi ha preceduto- ha proseguito rispondendo alla domanda sull'elenco delle sue priorità per la città- Como non è un'isola diversa dal resto d'Italia, avrà le sue criticità sul problema sicurezza. C'è poi il discorso sulla sicurezza oggettiva e quella percepita perchè di solito c'è maggiore percezione di insicurezza nei posti percepiti come tradizionalmente tranquilli. Su questo dobbiamo incidere.

Se il cittadino si sente insicuro -ha precisato Coccia -non abbiamo fatto fino in fondo il nostro dovere e dobbiamo dare risposte che devono coinvolgere enti locali, associazioni e rendere più tranquilla la vivibilità in realtà come questa, realtà turistiche dove uno viene per stare bene".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ignazio Coccia nuovo prefetto di Como: "Priorità alla sicurezza in un gioco di squadra"

QuiComo è in caricamento