Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Iantorno a Bologna per la Giornata delle vittime innocenti delle mafie

L’assessore alla Legalità, Trasparenza e Diritti, Marcello Iantorno, ha rappresentato ieri il Comune di Como a Bologna alla manifestazione di Libera e al seminario nazionale del pomeriggio con la partecipazione dei sindaci di Bologna, Parma e di...

Iantorno a Bologna per la Giornata delle vittime innocenti delle mafie

L'assessore alla Legalità, Trasparenza e Diritti, Marcello Iantorno, ha rappresentato ieri il Comune di Como a Bologna alla manifestazione di Libera e al seminario nazionale del pomeriggio con la partecipazione dei sindaci di Bologna, Parma e di numerosi comuni anche lombardi. Si e' svolta la 20esima Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. L'avvio risale a vent'anni fa, quando le famiglie delle vittime di mafia si radunarono per la prima volta a Roma per sfilare assieme e chiedere giustizia allo Stato. Lo slogan scelto per questa ventesima edizione è "La verità illumina la giustizia".

Quest'anno oltre che le vittime innocenti delle mafie, sono state ricordate, in accordo con le associazioni dei familiari, le vittime della strage del 2 agosto della stazione di Bologna e le vittime della strage di Ustica. Il corteo ha attraversato le vie della citta' con Gonfaloni e amministratori e tanti giovani che hanno sfilato dietro al gruppo dei familiari delle vittime. Dal palco, dopo la lettura dei nomi delle vittime delle mafie, sono intervenuti i familiari delle vittime, il presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà e in chiusura il presidente di Libera, don Luigi Ciotti. Il pomeriggio la manifestazione e' continuata nella sala consiliare della Città di Bologna con il seminario di Avviso Pubblico "Mafie al Nord: prevenzione e contrasto. Il ruolo degli enti locali".

"Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie" è un'associazione nata nel 1996 per coordinare gli amministratori pubblici nel promuovere la cultura della legalità democratica e attuare azioni di contrasto contro magie e corruzione sui territori di competenza.

iantorno-roma-21mar15"Per valorizzare l'identità e la memoria di quanti hanno sacrificato la vita nel contrasto ai fenomeni criminali - commenta Iantorno - dobbiamo moltiplicare le occasioni di dibattito. La scuola e i giovani sono i primi ambiti in cui agire ma anche i cittadini devono sentirsi coinvolti. Questi, del resto, sono i motivi che ci hanno portato ad aderire ad Avviso Pubblico. Ad oggi Como è l'unico dei comuni della nostra provincia ad avervi aderito e per questo rivolgo un appello a tutti gli amministratori della nostra provincia affinchè, anche alla luce dei recenti fatti di cronaca, il nostro territorio risponda con nuove adesioni e iniziative diffuse per promuovere e diffondere la cultura della legalità . Questa di Bologna e' stata una giornata straordinaria e ha visto partecipare una nutrita rappresentanza della parte migliore del Paese e tantissimi giovani. E' ora di istituire il 21 marzo come giornata nazionale in memoria delle vittime delle mafie e come giornata di presenza attiva contro la criminalita' organizzata". Don Luigi Ciotti, a conclusione della manifestazione che ha visto la partecipazione di oltre 200 mila persone per le vie della città, ha fatto un appello al governo di istituire finalmente "il 21 marzo come Giornata in memoria delle vittime delle mafie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iantorno a Bologna per la Giornata delle vittime innocenti delle mafie

QuiComo è in caricamento